716 CONDIVISIONI
5 Luglio 2022
16:15

Mary Magdalene, la modella dipendente dalla chirurgia plastica, si dichiara autosessuale

La trentenne di origini messicane, dipendente dalla chirurgia estetica, come dimostrano i numerosi interventi ai quali si è sottoposta, ha dichiarato di essere “autosessuale”, ovvero attratta solamente da se stessa.
A cura di Ilaria Costabile
716 CONDIVISIONI

La modella di origini messicane Mary Magdalene in una delle ultime interviste su YouTube, in cui ha raccontato la sua storia che da dell'incredibile, ha dichiarato di essere "autosessuale", definendosi come una persona attratta principalmente da se stessa, pur potendo avere delle relazioni con altri individui, e spiegando che non c'è nulla di male in questa sua nuova scelta.

Mary Magdalene è autosessuale

La trentenne ha spiegato di aver saputo da poco dell'esistenza di questo tipo di sessualità e come riportato dal Daily Mail, ha raccontato la sua esperienza, dicendosi particolarmente fiera di questa scoperta:

Ho appena scoperto questa sessualità e si chiama autosessuale. Sembra così ridicolo, così stupido, ma per me è davvero fo***amente bello da morire. Autosessuale fondamentalmente significa che sei innamorato di te stesso. So che potrebbe essere percepito come un comportamento narcisistico, ma per me è speciale perché mostra che non hai bisogno di nessuno.

Mary Magdalene fonte Instagram
Mary Magdalene fonte Instagram

La dipendenza dalla chirurgia estetica

Il nome di Mary Magdalene è legato all'uso spropositato della chirurgia estetica, a seguito della quale ha acquisito delle sembianze a dir poco esagerate, mettendo in evidenza parti del suo corpo come il seno e il fondoschiena, grazie all'utilizzo di protesi. Il primo intervento chirurgico è avvenuto quando aveva 21 anni e da quel momento in maniera sistematica ricorre ad operazioni che le consentono di ottenere l'aspetto che più desidera: "Sono un essere umano che esiste su questo pianeta a cui letteralmente piace solo la chirurgia" dichiara sottolineando di non avere un problema psicologico. Per sottoporsi a numerosi interventi nel corso di questi anni ha rischiato, nel 2018, di non risvegliarsi più dopo un'anestesia e in un'altra occasione stava per perdere la vita a causa di un'infezione. Nonostante queste esperienze drammatiche, però, non ha mai pensato di ricorrere all'aiuto di uno specialista, dal momento che alcuni hanno ipotizzato potesse soffrire di dismorfia corporea, cosa che Mary ha negato con fermezza, dichiarando:

Ho imparato così tanto in questo modo… Non mi sento una vittima, non mi sento traumatizzata, mi sento davvero molto fortunata che Dio mi abbia dato questa esperienza di vita davvero unica. Preferisco semplicemente l'aspetto finto esagerato e innaturale. Per ottenere quell'aspetto esagerato, non puoi semplicemente ottenere risultati drammatici con uno o due interventi chirurgici. Ne servono molti.

716 CONDIVISIONI
Soleil Sorge, Sophie Codegoni e la chirurgia plastica:
Soleil Sorge, Sophie Codegoni e la chirurgia plastica: "Ecco quali ritocchini abbiamo fatto"
Che lavoro fa Edoardo Tavassi:
Che lavoro fa Edoardo Tavassi: "Faccio video per i chirurghi plastici"
429.860 di Spettacolo Fanpage
Che lavoro fa Edoardo Tavassi:
Che lavoro fa Edoardo Tavassi: "Sto in sala operatoria mentre aprono le persone e le riprendo"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni