1.282 CONDIVISIONI
Festival di Sanremo 2022
1 Febbraio 2022
18:00

Ciao Ciao, il testo e significato della canzone de La rappresentante di Lista a Sanremo 2022

Dopo il grande successo della scorsa edizione di “Amare”, la Rappresentante di Lista si presenta al Festival di Sanremo 2022 con “Ciao Ciao”. Ecco il testo, il significato e il video della canzone.
A cura di Vincenzo Nasto
1.282 CONDIVISIONI
La rappresentante di Lista Sanremo 2022, foto di Gabriele Giussani
La rappresentante di Lista Sanremo 2022, foto di Gabriele Giussani
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2022

Dopo l'ospitata nel 2020 con Rancore nella serata duetti e soprattutto la grande sorpresa nell'edizione 2021 del Festival, dove la Rappresentante di Lista ha conquistato l'affetto del pubblico e della giuria con "Amare", la band composta dalla cantante Veronica Lucchesi e il polistrumentista Dario Mangiaracina torna sul palco del Teatro Ariston per il terzo anno consecutivo con "Ciao Ciao". Dopo l'esibizione della serata cover, la Rappresentante di Lista si è posizionata al settimo posto nella classifica generale. Una delle coppie più consolidate della scena indie italiana ci prova questa volta con un brano mashup in grado di unire il funk, la dancehall anni '70, ma anche atmosfere urban e ritmi tribali. Un universo post apocalittico per la band, che sembra salutare un mondo ormai disastrato e sul punto di implodere, aprendo le porte a un domani diverso. Il video ufficiale è stato pubblicato su tutte le piattaforme, nella prima serata la canzone si è classificata seconda nella classifica generale.

Il testo di Ciao Ciao de La Rappresentante di lista

Come stai bambina?
Dove vai stasera?
Che paura intorno…
È la fine del mondo.
Sopra la rovina sono una regina,
mammamma…
Ma non so cosa salvare.
Sono a pezzi, già mi manchi
Occhi dolci, cuori infranti.
Che spavento,
come il vento,
questa terra sparirà.
Nel silenzio della crisi generale
Ti saluto con amore
Con le mani, con le mani, con le mani
Ciao Ciao
Con i piedi, con i piedi, con i piedi
Ciao Ciao
E con la testa, con il petto, con il cuore
Ciao Ciao
E con le gambe, con il culo, coi miei occhi
Ciao!
Questa è l'ora della fine,
romperemo tutte le vetrine.
Tocca a noi, non lo senti, come un'onda arriverà,
Me lo sento esploderà, esploderà!
La fine del mondo è una giostra perfetta.
Mi scoppia nel cuore la voglia di festa.
La fine del mondo, che dolce disdetta.
Mi vien da star male, mi scoppia la testa!
Con le mani, con le mani, con le mani
Ciao Ciao
E con i piedi, con i piedi, con i piedi
Ciao Ciao
E con le gambe, con il culo, coi miei occhi
Ciao Ciao
E con la testa, con il petto, con il cuore
Buonanotte, bonne nuit
e bonne nuit e Ciao Ciao.
Buonanotte, è la fine, ti saluto,
Ciao Ciao
Buonanotte, bonne nuit
e bonne nuit e Ciao Ciao
Ciao Ciao
Ciao Ciao
Mentre mangio cioccolata in un locale,
mi travolge una vertigine sociale.
Mentre leggo uno stupido giornale,
in città è scoppiata la guerra mondiale.
E con le mani, con le mani, con le mani
Ciao Ciao
E con i piedi, con i piedi, con i piedi
Ciao Ciao
Con le mani, con le mani, con le mani
Ciao Ciao
Con i piedi, con i piedi, con i piedi
Ciao Ciao
E con la testa, con il petto, con il cuore
Ciao Ciao
E con le gambe, con il culo, coi miei occhi

Il significato di Ciao Ciao

Dopo che nel 2020 aveva sorpreso la loro presenza sul palco con Rancore, l'ultima edizione del Festival di Sanremo aveva consacrato i 10 anni di carriera della formazione La rappresentante di Lista, formata dall’incontro tra la cantante Veronica Lucchesi e il polistrumentista Dario Mangiaracina. I due avevano ricevuto ottimi responsi dalla giuria e dal pubblico con il singolo "Amare", un biglietto da visita che però, solo 12 mesi dopo, viene stravolto dalla potenza emotiva e sonora di "Ciao Ciao". Infatti la rinnovata presenza de La rappresentante di Lista indica anche un nuovo cammino iniziato dalla band già lo scorso settembre con il romanzo "MAIMAMMA". La canzone, un universo di sfumature musicali che variano dal funk alla dancehall anni '70, ma comprendendo anche atmosfere urban e ritmi tribali, è la voce dalla fine del mondo, lo scenario apocalittico in cui la cantante avverte della vicinanza della fine. Non solo il racconto degli ultimi minuti, ma anche la rinascita dovuta al dissenso e alla ricostruzione, come quando canta: "La fine del mondo è una giostra perfetta. Mi scoppia nel cuore la voglia di festa. La fine del mondo, che dolce disdetta. Mi vien da star male, mi scoppia la testa!".

1.282 CONDIVISIONI
569 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni