Continua la risalita del Pd negli ultimi sondaggi. L’effetto primarie, con l’elezione a segretario di Nicola Zingaretti, prosegue e porta qualche voto in più nella cascina dei dem. Ma non basta per riacciuffare il Movimento 5 Stelle che dopo un lungo periodo di crisi nera torna a guadagnare consensi ed è in leggera risalita. Resta saldamente al primo posto la Lega: il partito di Matteo Salvini perde qualche elettore (-0,6% in una settimana) ma resta comunque saldamente in testa con il 30,6% dei voti. Sono questi i dati emersi dalla rilevazione effettuata da Emg Acqua per Agorà, la trasmissione che va in onda su Rai 3. Se si votasse oggi, quindi, dietro al Carroccio ci sarebbe il Movimento 5 Stelle con il 23,8% dei consensi, in risalita dello 0,6% negli ultimi sette giorni. In totale, le forze di governo raccolgono il 54,4% dei consensi, esattamente come una settimana fa.

In leggero calo la coalizione di centrodestra che perde lo 0,3%, ma solo a causa del lieve calo di Forza Italia, ora al 9,8%. In leggera risalita Fratelli d’Italia, al 4,9%. Noi con l’Italia è stabile allo 0,6%. Per quanto riguarda il centrosinistra, continua la risalita del Partito Democratico, ora al 19,9%, in crescita dello 0,6%. Relativamente stabili gli altri partiti, con +Europa al 3,1% e altri – Mdp, Si e Verdi – che insieme raggiungono il 4%, mezzo punto percentuale in meno in una settimana. Infine, Potere al popolo è all’1,6%.

La Nuova Via della Seta

C’è un altro tema su cui vengono interrogati gli intervistati nella rilevazione effettuata da Emg Acqua: la Nuova Via della Seta. In particolare, si chiede se siano d’accordo o meno con i nuovi accordi commerciali con Pechino: risponde positivamente la maggior parte degli elettori, il 51%, che considera questa come una grande opportunità per l’Italia. I più convinti sembrano essere gli elettori del Pd, seguiti da quelli del M5s e della Lega. Giudizio negativo invece per il 34% del campione, che ritiene l’avvicinamento alla Cina un rischio per quella che viene definita una possibilità di invasione dei prodotti cinesi.