Una terribile storia di abusi su minori quella che arriva dallo stato della Pennsylvania, in Usa. Un ragazzo di venti anni, Keith Jordan Lambing, infatti ha rapito, violentato e poi ucciso il figlio di 4 anni della sua compagna Mackenzie Peters, il piccolo Bentley Miller. Un delitto e una violenza ancora più assurda se si pensa che la madre dell'uomo, la 43enne Kristen Herold, è stata accusato di aver ostacolo il lavoro della polizia cercando di nascondere il figlio nella soffitta di una casa abbandonata a Butler per evitare che il figlio fosse incriminato.

Il piccolo è stato trovato sanguinante ed esanime proprio a bordo dell'auto della donna dopo che questa aveva allertato i soccorsi perché era svenuto. Il piccolo infatti era già grave. Trasportato in ospedale, non ha mai ripreso conoscenza ed è stato dichiarato morto poco dopo. Secondo le analisi dei medici, il bimbo è morto per una grave perdita di sangue a causa di sodomia, ma aveva anche una grave ustione alla mano sinistra e contusioni alla testa, al tronco e agli arti.

Il 20enne, che era già accusato di furto violenza, molestie e altri reati, è stato rintracciato il giorno dopo e arrestato ora è in carcere come la madre. La madre del bimbo era al lavoro quando è avvenuto il fatto ma la polizia non esclude una futura incriminazione perché sul piccolo sono state riscontrate diverse lesioni vecchie.