Steven Douglas Crook Jr, un uomo di Bloomfield, nello stato dell'Iowa, di 29 anni, è stato condannato a 120 anni di reclusione per aver abusato sessualmente di una ragazza dalla più tenera infanzia e fino all'età di sei anni. la sentenza è stata pronunciata dai giudici tre giorni fa ed è quella della massima pena per questo genere di reati.

Stando a quanto accertato nel corso del processo Steven Douglas Crook  avrebbe scattato innumerevoli foto e realizzato anche dei video pubblicando in livestream sui social network le violenze sessuali alla bambina, incoraggiando ripetutamente i suoi follower a guardare la diretta, come spiegato anche dal procuratore degli Stati Uniti Marc Krickbau.

Nel corso delle indagini è emerso come gli abusi ai danni della bambina siano iniziati quando questa aveva solo pochi mesi di vita per proseguire fino all'età di sei anni. Sono "non meno di cento" – come dichiarato dalla polizia – gli episodi accertati che hanno visto la complicità in alcuni casi anche della fidanzata del 29, arrestata anch'essa. Nel corso di una perquisizione domestica gli agenti di polizia hanno trovato decine di hardisk e altri supporti informatici pieni di materiale pedopornografico.