Il papà e la mamma di una bambina di sette anni della Carolina Del Sud hanno raccontato che la figlia è morta subito dopo essere stata sottoposta a un intervento chirurgico apparentemente banale per la rimozione delle tonsille. Paisley Cogsdill – questo il nome della piccola – ha perso la vita venerdì scorso in un centro medico a Greenwood, secondo quanto riferito da WHNS-TV. I suoi genitori hanno raccontato che la bimba russava nel sonno ma era comunque sana: per tentare di eliminare quel fastidio hanno pensato di sottoporla a un intervento di rimozione delle tonsille, un'operazione apparentemente semplicissima e di routine che tuttavia si è improvvisamente complicata.

Di colpo, infatti, il cuore della bambina ha cessato di battere. I medici avevano eseguito l'intervento senza riscontrare particolari complicazioni e non avrebbero mai potuto immaginare un esito drammatico: i dottori hanno quindi tentato di rianimare la bimba, ma non c'è stato nulla da fare. Paisley Cogsdill è morta in sala operatoria, le cause del decesso sono al momento sconosciute e solo un'autopsia potrà determinarle. Il sospetto, comunque, è che si sia trattato di una tragica fatalità.