Alla fine ha dovuto arrendersi. Nolan Moittie, un bambino francese di 10 anni, è morto dopo aver trascorso gli ultimi otto anni su una sedia a rotelle incapace di mangiare, parlare e camminare a causa di un batterio che aveva contaminato la carne di un hamburger  acquistato in un noto supermercato.

Aveva solo 24 mesi quando il piccolo, nel 2011, mangiò carne contaminata: fu uno dei 15 bambini nella regione dell'Hauts-de-France ad ammalarsi dopo aver inerito carne contaminata con e-coli. Dopo essere stato ricoverato le sue condizioni sono peggiorate fino a diventare irreversibili tanto che per 8 anni il bambino ha vissuto con un'assistenza continuativa. Il bimbo era affetto anche da una grave patologia neurologica che ha peggiorato le conseguenze scatenate dal batterio.

Dopo otto anni di sofferenze Nolan ha accusato un malore ed è stato portato con urgenza in ospedale, dove è deceduto. Un altro bambino, contaminato dal batterio, era morto qualche anno fa. Lo scandalo dell'e-coli sconvolse il Nord della Francia, furono effettuati controlli e fu avviata un'indagine che portò alla condanna dell'ex capo della compagnia, Guy Lamorlette.