Crystal McVea, un’insegnante 36enne dell’ Oklahoma e madre di quattro figli, ha raccontato di essere stata in Paradiso e di aver incontrato Dio durante i nove minuti in cui era finita in arresto cardiaco e i medici tentavano di rianimarla. La donna, che ha raccontato la sua storia nel libro "Waking Up In Heaven”, al momento dell’accaduto era atea ma dopo questo episodio crede fermamente in Dio. Crystal nel 2009 era stata ricoverata per una pancreatite quando i medici accidentalmente le hanno somministrato un overdose di antidolorifici e il suo cuore in pratica ha smesso di battere. Per circa nove minuti la donna era praticamente morta, ma i medici sono riusciti a rianimarla. In quel breve tempo la donna sostiene di essere stata in paradiso. “Ero in piedi avvolta in una luce abbagliante e sapevo dove mi trovavo” ha raccontato Crystal, aggiungendo che vicino a lei c’erano anche due angeli che non somigliavano a nessuno delle persone che conosce.

"Ho visto Dio ma non in forma umana" –  La donna ha poi raccontato di aver incontrato Dio che non aveva una forma umana, ma lei sapeva chi era e sentiva la sua presenza “con molto di più dei  cinque sensi che abbiamo sulla terra”. Crystal ricorda che era così serena che quando Dio gli ha chiesto se voleva ritornare dai figli sulla terra lei ha scelto di restare in paradiso anche perché Dio le avrebbe assicurato che i bambini sarebbero stati comunque bene. Ha poi cambiato idea quando ha sentito la madre gridare dall’ospedale, allora Dio l’ha lasciata andare raccomandandole di dire a tutti ciò che avrebbe ricordato. La donna quindi dice che poco dopo era di nuovo  nel suo letto di ospedale, viva. Crystal che da allora è diventata una credente convinta ha dichiarato di aver deciso di scrivere il libro per far conoscere a tutti la sua storia e quindi portare a tutti un messaggio di amore e speranza.