303 CONDIVISIONI
Coronavirus
9 Febbraio 2021
9:58

Vaccino coronavirus, nel Lazio entro febbraio partono le prenotazioni per gli over 75

Ieri è partita la campagna vaccinale nel Lazio per le persone con più di 80 anni. Entro febbraio, ha dichiarato l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato, potranno cominciare le prenotazioni anche per gli over 75. Ci vorranno circa due mesi per vaccinare tutta la popolazione della regione con più di 80 anni.
A cura di Natascia Grbic
303 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Entro il mese di febbraio cominceranno le prenotazioni per le vaccinazioni delle persone over 75. Lo ha comunicato l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato in occasione della prima giornata di vaccinazione di massa degli ultraottantenni, inaugurata ieri. "Da oggi partiamo con gli over 80, ci vorranno circa 60 giorni, più o meno a fine aprile con il trend attuale – ha spiegato D'Amato – Entro il mese di febbraio inizieranno le prenotazioni per le vaccinazioni degli over 75". Il Lazio è la prima regione in Italia a essere partita con le vaccinazioni degli over 80: al momento è in previsione di vaccinare circa 3600 persone al giorno. Si tratta di una stima fatta in base alle dosi fornite da Pfizer. Se queste dovessero aumentare, aumenteranno anche le persone vaccinate giornalmente.

D'Amato: "Per AstraZeneca seguiremo metodo israeliano"

Nel Lazio sarà presto introdotto anche il vaccino AstraZeneca, riservato invece alla fascia di popolazione con età compresa tra i 18 e 55 anni. Questo vaccino, nel piano della Regione Lazio, sarà somministrato direttamente dai medici di base che abbiano aderito al bando regionale e sempre da loro potrà essere prenotato. A differenza di quanto raccomandato dal ministero della Salute, nel Lazio si procederà non per categorie di appartenenza, ma per età. E così a ricevere il vaccino non saranno prima insegnanti, detenuti, autisti di bus e forze dell'ordine, ma si partirà dai 55enni per poi scendere di anno in anno. "Era essenziale – ha dichiarato D'Amato – mettere in sicurezza la fascia di popolazione over 80 che ha pagato il prezzo più alto al Covid. Correremo molto. E a breve partiremo con AstraZeneca che sarà un’arma in più per la fascia 18-55. La soluzione che prenderemo assieme al Governo dovrà essere quella più veloce perché il fattore tempo è fondamentale. E la più veloce in questo momento è il cosiddetto metodo israeliano che va avanti per fasce di età e all’interno di queste fasce privilegia le categorie più sensibili. Vogliamo procedere cosi".

Sono 20mila gli over 80 vaccinati finora

La campagna vaccinale per le persone con più di ottant'anni è partita ieri, lunedì 8 febbraio. Fanpage.it ha intervistato il primo paziente vaccinato al Poliambulatorio Santa Maria della Pietà della Asl Roma 1, un uomo di ottantacinque anni campano, ma residente a Roma. "Ci dobbiamo vaccinare tutti quanti, a me da giovane hanno vaccinato due volte, a novembre scorso poi, ho fatto anche il vaccino antinfluenzale – ha spiegato entusiasta – Non ho paura, vaccinarsi è una cosa bellissima, devono farlo anche i giovani". Secondo l'Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio, sono circa 20mila gli over 80 che hanno ricevuto finora il vaccino, soprattutto nelle Rsa.

303 CONDIVISIONI
27090 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni