Tragedia a Roma, dove un ragazzo di ventuno anni è morto dopo essere caduto dalla terrazza del Pincio, che si affaccia proprio sopra alla centralissima piazza del Popolo. Non sono ancora note le generalità della vittima, che sarebbe un cittadino di origine sudamericane. Secondo le informazioni apprese i drammatici fatti risalgono a questa notte, tra sabato 25 e domenica 26 luglio e sarebbero avvenuti al culmine di una lite in strada, all'altezza di viale Gabriele D'Annunzio, della quale non si conosce ancora la dinamica esatta, al vaglio delle forze dell'ordine. A dare l'allarme la fidanzata del giovane che, intorno alle 2.30, disperata, ha chiamato il Numero Unico delle Emergenze 112 e ha chiesto l'intervento urgente di un'ambulanza.

Il ragazzo è morto il ospedale

Sul posto immediato l'arrivo dei soccorritori, che hanno preso in carico il ragazzo, in fin di vita, e lo hanno trasportato in codice rosso all'ospedale San Giovanni Addolorata. Le sue condizioni di salute dopo il volo di oltre dieci metri e lo schianto al suolo, sono parse molto critiche. Il ventunenne non ce l'ha fatta ed è purtroppo deceduto poco dopo l'arrivo al pronto soccorso. La morte è sopraggiunta per le gravi ferite e i traumi riportati in seguito alla caduta, che non gli hanno lasciato scampo.

Ipotesi suicidio

Presenti per i rilievi scientifici i carabinieri della stazione San Lorenzo in Lucina, del comando Roma Piazza Venezia e della Settima sezione del Nucleo Investigativo, che hanno svolto gli accertamenti del caso e indagano sull'accaduto. L'ipotesi è che si sia trattato di un suicidio, il giovane probabilmente si trovava in stato alterato dall'alcol. Dopo una discussione animata con la fidanzata si sarebbe sporto dalla terrazza per poi compiere il gesto estremo. Terminati gli accertamenti, la salma è stata trasferita in obitorio e si trova a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.