Un vasto incendio ha reso un inferno la notte di Sperlonga, nel Lazio, dove lingue di fuoco altissime hanno minacciato le case, gli alberghi e i residence della zona. Sul posto sono intervenuti tempestivamente i vigili del fuoco che hanno lottato contro il rogo fino all'alba di stamattina, domenica 30 agosto, per cercare di domare le fiamme. Con loro anche gli uomini della Protezione civile.

Paura per i residenti, evacuati residence e case

La squadra di soccorso non ha potuto usufruire del supporto aereo, che di notte non vola, e sono rimasti in balìa anche del forte vento che ha aiutato l'incendio a propagarsi rendendo quasi vani gli sforzi dei pompieri. Grande la paura per i residenti e gli ospiti delle strutture alberghiere che, in più di un'occasione, hanno visto le fiamme raggiungere il cortile di casa o dell'albergo, sperando che non procedessero in direzione degli edifici. Per questo motivo, in attesa di riuscire a mettere in sicurezza la zona, i pompieri hanno fatto evacuare tutte le strutture a rischio.

Incendio anche a Fondi: roghi domati con i canadair

La svolta è arrivata alle prime luci dell'alba quando i vigili del fuoco hanno azionato i canadair gettando ingenti quantità di acqua sui boschi interessati, sventando definitivamente il pericolo. Stessa situazione anche a Fondi, dove un incendio ha consumato l'ambiente boschivo, mangiando alberi ad alto fusto e propagandosi grazie alle sterpaglie e alla vegetazione per tutta la notte. Anche in questo caso, l'allarme è rientrato in mattinata, quando i vigili del fuoco sono riusciti a domare le fiamme ripristinando la sicurezza locale.