Ventuno persone sono state arrestate questa mattina all'alba dai carabinieri del Comando provinciale di Roma, mentre quattordici sono state sottoposto all'obbligo di firma presso la polizia giudiziaria. Sono 35 le persone indagate in tutto perché accusate di far parte di un'organizzazione criminale finalizzata al traffico di droga con base a Tor Bella Monaca, in via Camassei. Un giro d'affari da 220mila euro a settimana, a cui capo c'era una famiglia della zona. Le indagini hanno evidenziato come il gruppo fosse perfettamente strutturato al suo interno, sia a livello di gestione della piazza di spaccio sia a livello di sostegno legale ed economico in fase di arresto. Nonostante i numerosi fermi operati nel corso del tempo, il traffico di droga continuava a non risentirne. Erano previsti ‘ammortizzatori sociali‘ per i detenuti e aiuti alle famiglie, che garantivano la lealtà dei membri dell'associazione. I turni nelle piazze di spaccio erano di otto ore, e ogni pusher o vedetta rispondeva a un capo turno, unico autorizzato a interagire con i vertici dell'associazione.

Sequestrati tabacchi, barche e orologi di lusso

Nel corso dell'operazione dei carabinieri, chiamata ‘Alcatraz', sono state sequestrate una tabaccheria e tre imbarcazioni. Quest’ultime, ormeggiate al molo di Fiumicino, per un valore stimato di oltre quattrocentomila euro, erano state acquistate con i soldi della vendita di cocaina. Sequestrati anche 20mila euro in contanti, centinaia di dosi di droga e tre orologi di lusso. Quella avvenuta oggi è la terza operazione antidroga dei carabinieri in quindici giorni: il 20 aprile 16 persone sono state arrestate a San Basilio, il 27 aprile a Tor Bella Monaca sono finite in manette 51 persone. Oggi, 4 maggio, 21 arresti sempre a Tor Bella Monaca.

Zingaretti: "Lotta alla criminalità passa per questo"

"Ancora una importante operazione antidroga e antispaccio a Roma, nel quartiere di Tor Bella Monaca, e ancora un grazie ai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma e alla Direzione Distrettuale Antimafia. La lotta alla criminalità passa per questo tipo di azioni, ma anche per una presenza delle Istituzioni al fianco delle donne e degli uomini che ogni giorno vivono e animano onestamente quei quartieri. La Regione Lazio è presente a Tor Bella Monaca con la ristrutturazione delle torri Ater e con la realizzazione di aree verdi e per lo sport, e in tutti i territori più periferici dove c'è più bisogno di investimenti e riqualificazione". Lo ha dichiarato questa mattina Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio. "Proprio oggi saremo in un altro luogo simbolo della città, per dire che intimidazioni e criminalità non possono averla vinta: a Centocelle, nei locali della ex Pecora Elettrica, data alle fiamme per ben due volte, inaugureremo il centro ‘Cento incroci', frutto di un lavoro fatto insieme alle tante associazioni di quartiere per cominciare a scrivere una nuova storia per quegli spazi. È una sfida altissima, che vogliamo giocare fino in fondo".