Covid 19
24 Dicembre 2021
18:43

Scuole e asili nido chiusi a Fiumicino il 7 gennaio, il sindaco: “Troppi contagi”

Il sindaco Esterino Montino ha firmato un’ordinanza con la quale chiude tutte le scuole dell’infanzia comunali e gli asili nido a Fiumicino il 7 gennaio.
A cura di Alessia Rabbai
Immagine di repertorio (Foto dalla pagina Facebook del Comune di Fiumicino)
Immagine di repertorio (Foto dalla pagina Facebook del Comune di Fiumicino)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Scuole e asili nido chiusi a Fiumicino il 7 gennaio. Il sindaco Esterino Montino ha firmato un'ordinanza per tenere le scuole dell'infanzia comunali e gli asili nido chiusi il giorno dopo la Befana nel territorio comunale a scopo precauzionale. Una misura adottata a fronte dell'aumento dei contagi di Covid-19, che nel Lazio oggi hanno raggiunto il record da inizio emergenza sanitaria, con 3475 positivi su quasi 80mila tamponi. Un provvedimento emesso "dato l'elevato numero di contagi che si registra sul nostro territorio, anche tra la popolazione più giovane – dichiara il sindaco Montino – ho deciso con un'ordinanza, al solo scopo precauzionale e per evitare un ulteriore incremento di casi, di chiudere tutti gli asili nido e le scuole dell'infanzia comunali nella giornata di venerdì 7 gennaio". Si tratta dunque di chisure che riguarderanno il giorno successivo all'Epifania.

Montino: "Attenzione durante le feste di Natale"

"Ovviamente è una decisione presa nell'interesse delle bambine e dei bambini che frequentano tali scuole oltre che del personale scolastico che vi lavora – continua – considerando che è anche un venerdì dopo un giorno di festa". E aggiunge, in vista delle festività natalizie "invito tutta la popolazione alla massima prudenza, soprattutto in questi giorni in cui le persone si incontrano per festeggiare".

La riapertura delle scuole potrebbe slittare

Anche nel Lazio la riapertura delle scuole dopo le festività natalizie rischia di slittare, per l'aumento di contagi che si stanno registrando in queste ultime settimane, e in particolare, negli ultimi giorni, con la diffusione della variante Omicron. Una delle ipotesi per contenere i contagi che potrebbe essere messa in atto dal Governo, come proposto dalla sottosegretaria al Ministero dell'Istruzione Barbara Floridia, è quella di posticipare a fine gennaio la riapertura delle scuole, mentre il sottosegretario Pierpaolo Sileri ha dichiarato che ogni decisione sarà presa in base al picco. Nel Lazio a firmare ordinanze o circolari scegliendo la didattica a distanza sono stati già diversi Comuni e scuole, tra i quali i sindaci di Fiumicino e Anzio e i presidi della scuola Villa Flaminia e dell'istituto Gesù e Maria del Fleming.

31043 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni