402 CONDIVISIONI
Covid 19
21 Febbraio 2021
18:39

Roma, folla e rischio assembramenti in centro: chiusa via del Corso e via del Babuino

Assembramenti in via del Corso a Roma. Complice la bella giornata tanti romani hanno scelto una passeggiata per le centralissime vie della Capitale per trascorrere il pomeriggio di oggi domenica 21 febbraio. Tanto che i vigili sono stati costretti a transennare la zona per contenere il rischio di contagio. Chiuse, dunque, via del Corso, ma anche via Ripetta e via del Babuino.
A cura di Giorgia Venturini
402 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Folla e assembramenti nel pomeriggio di oggi 21 febbraio. Il via vai di persone, tutte a passeggiare tra la centralissima zona dei negozi, ha convinto i vigili a transennare l'area per contenere il rischio di contagio. Chiuse, dunque, via del Corso, via Ripetta e via del Babuino. Per far rispettare il distanziamento le forze dell'ordine sono intervenute anche nei principali parchi e ville della Capitale, così come sul litorale romana: alcuni visitatori hanno dovuto desistere data l'assenza di parcheggi e la folla, e sono tornati indietro verso Roma. Sul posto sono intervenuti i vigili urbani della Polizia Locale di Fiumicino per evitare che si creino assembramenti e controllare che le misure anti-covid siano rispettate.

Folla sul litorale e in montagna

A convincere i romani a una gita all'aperto sono state le alte temperature di oggi che hanno regalato in tutta la regione una domenica primaverile. Tante infatti le persone che si sono precipitate sul lungomare di Ostia, Fiumicino e Fregene. E ancora: sulla Darsena e lungo il porto canale di Fiumicino e negli ampi viali del porto turistico di Ostia. Ristoranti e locali erano affollati di clienti. Ma non solo mare: come mostrano le immagini diffuse da un utente, sono tantissime le persone che oggi si trovano sul monte Terminillo. Qui le piste da sci sono chiuse, ma in tanti hanno deciso di fare lo stesso una passeggiata in montagna. Tutte rigorosamente con la mascherina, ma anche se i dispositivi di protezione individuale sono indossati correttamente, è inevitabile che si creino assembramenti e si annulli il distanziamento sociale. Per questo in più occasioni è stato necessario l'intervento della polizia locale.

402 CONDIVISIONI
27501 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni