Dopo quattordici anni di chiusura ha riaperto oggi a Roma il mausoleo di agosto. Al fine di festeggiare quest'importante inaugurazione, le visite saranno gratuite per tutti fino al 21 aprile. Ad annunciare la riapertura, anche la sindaca Virginia Raggi con un post su Facebook. "Finalmente possiamo visitare questo monumento che in pochi hanno avuto la fortuna di vedere dall’interno. Un sogno che diventa realtà: stiamo restituendo al mondo intero un gioiello del patrimonio dell’umanità, un simbolo di Roma e della sua storia. È un’emozione indescrivibile, che ho voluto vivere insieme ai cittadini. Oggi con noi ci sono medici, infermieri e volontari della Protezione Civile, commercianti e ristoratori, lavoratori in cassa integrazione, sacerdoti, studenti e professori dei Centri di Formazione Professionale. Tutte persone duramente provate dall’emergenza sanitaria, protagoniste del riscatto collettivo, che hanno tenuto duro e che continuano a resistere.Questa prima giornata di visita è dedicata a loro, perché la riapertura del Mausoleo è un simbolo di rinascita per Roma e per l’Italia".

Mausoleo di Augusto, orari e prenotazioni

I lavori di restauro del Mausoleo di Augusto, il più grande sepolcro circolare del mondo antico, sono durati quattordici anni. Undici milioni di euro sono stati spesi per dargli un nuovo volto e renderlo nuovamente accessibile al pubblico. Fino al 21 aprile, giorno del compleanno di Roma, tutti potranno visitarlo gratuitamente. Da quella data fino al 31 dicembre sarà gratuito per i residenti a Roma e a pagamento per chi viene da fuori. Fino al 21 aprile l'ingresso è consentito dalle 9 alle alle 16 con l'ultimo ingresso alle 15, mentre dal 22 aprile si potrà accedere dalle 9 alle 19 con l'ultimo ingresso alle 17.30. Il restauro non è ancora completato, ma con il completamento della prima parte dei lavori è stato possibile riaprire al pubblico. Per prenotare, basta andare sul sito del Mausoleo di Augusto nell'apposita sezione ‘booking'.

La storia del Mausoleo di Augusto

La tomba dell'Imperatore Ottaviano Augusto è il più grande sepolcro circolare al mondo. La sua costruzione nel Campo Marzio è datata alla fine della guerra contro Antonio e contro l'Egitto, nel 29 a. C. Dopo essere stato trasformato in fortezza durante il Medio Evo, ha subito un lungo periodo di declino. Agli inizi del ‘900 divenne una sala di musica, per poi divenire oggetto di lavori di restauro che oggi ne consentono la riapertura al pubblico.