Prima uno screzio alcuni giorni fa a Villa Borghese, poi la sfida organizzata e rilanciata tramite i social network, in particolare TikTok, la piattaforma cinese utilizzata soprattutto dai giovanissimi che hanno trovato un habitat virtuale con meno adulti possibile dopo aver abbandonato prima Facebook e poi Instagram, troppo frequentati da genitori, parenti, insegnanti.

Così ieri sera centinaia di giovanissimi si sono incontrati a Villa Borghese, sulla terrazza del Pincio, uno dei luoghi di ritrovo in queste settimane con locali, pub, discoteche chiusi. Solo una parte di loro si trovava lì per assistere alla rissa o era direttamente coinvolto dal litigio tra le due comitive – una del quartiere Annibaliano un'altra di Tuscolano – il resto della mandria si è fatta coinvolgere quando gli animi si sono scaldatie l'arrivo delle forze dell'ordine per disperdere l'assembramento non ha fatto altro che eccitare ancora di più gli animi.

 

Cosa è successo al Pincio e a piazza del Popolo sabato sera

Secondo quanto ricostruito ascoltando i racconti dei ragazzi e leggendo le migliaia di commenti generati su TikTok nelle ultime ore, una delle ragazze non si è presentata all'incontro – c'è chi dice perché i genitori hanno capito cosa stesse accadendo, c'è chi dice perché non si sentiva bene – ma gli amici delle rispettive parti non ci hanno messo molto a passare dalle parole ai fatti, scatenando la rissa che ha visto in prima fila un pugno di ragazzotti testosteronici che hanno preso le parti delle due ragazze. Prima di ieri da giorni la sfida era stata rilanciata con insulti e video di sfida tra le due giovani J. e V., a cui prendevano parte i rispettivi amici tanto che alla fine il pubblico della sfida non aspettava altro di sapere come sarebbe andata a finire.

Il resto è ormai noto dai video che hanno cominciato a circolare in diretta mentre i fatti accadevano, i confini dei contendenti si sono decisamente sfumati dando vita a un tutti contro tutti, con le scazzottate che sono continuate fino a piazza del Popolo e poi all'interno di metro Flaminio mentre le forze dell'ordine faticavano non poco a ripristinare l'ordine.

La notizia falsa di un ragazzo morto al Pincio nella rissa

Il caos generatosi non ha mancato di far diffondere leggende metropolitane che per fortuna non hanno trovato nessuna conferma. C'è chi parlava di un morto, chi addirittura di tre, mentre ancora questa mattina si è diffusa la notizia di un ragazzo accoltellato in gravi condizioni in ospedale e di un altro che sarebbe precipitato dalla terrazza del Pincio. Informazioni tutte prive di fondamento che sono però rimbalzate a velocità fulminea tra Instagram, TikTok e le chat di WhatsApp.