Il murales a Willy Monterio di Lucamaleonte
in foto: Il murales a Willy Monterio di Lucamaleonte

Gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato due ragazzi, ritenuti responsabili di aver picchiato un diciassettenne nel pomeriggio di ieri, sabato 17 aprile, in Corso Turati, angolo piazza della Repubblica a Colleferro. Da quanto si apprende i destinatari della misura cautelare sarebbero un diciottenne e un diciannovenne del posto, sui quali pende l'accusa di lesioni gravissime e sono stati portati in carcere. Il giovane vittima della violenza è ricoverato in ospedale al San Giovanni Addolorata di Roma per le percosse ricevute e si trova ancora in prognosi riservata. Cadendo, avrebbe battuto la testa contro un'auto parcheggiata, perdendo i sensi fino all'arrivo dei soccorritori, poi uno degli aggressori lo avrebbe nuovamente colpito sferrandogli un calcio. Ha riportato diverse fratture al volto, al naso ed una lacerazione del labbro. Il pestaggio si è consumato nello stesso Comune della provincia di Roma in cui è morto massacrato di botte il ventunenne di Paliano Willy Monteiro Duarte. Da quanto è emerso esisterebbe anche un video del pestaggio, pubblicato in rete.

D'Amato visita il diciassettenne ferito

Sulla vicenda è intervenuto anche l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato, che stamattina insieme al sindaco Pierluigi Sanna ha visitato il diciassettenne ferito in ospedale. "Lorenzo è costantemente seguito dall’equipe medica di neurochirurgia e chirurgia maxillofacciale dell’azienda ospedaliera San Giovanni. È fuori pericolo di vita e la prognosi rimane riservata – spiega D'Amato – Siamo vicini alla famiglia, alla mamma, che è in stretto contatto con il figlio e alle comunità di Colleferro e Segni. Basta violenze!".

D’Amato e il sindaco Sanna in visita al ragazzo picchiato
in foto: D’Amato e il sindaco Sanna in visita al ragazzo picchiato

Diciassettenne pestato di botte da due ragazzi a Colleferro

I fatti risalgono al pomeriggio di ieri e sono avvenuti nel centro dell'Area Metropolitana di Roma. A differenza del pestaggio di Willy, in tarda serata, la vittima è stata picchiata in pieno giorno. Secondo quanto emerso finora, per cause non note e ancora in corso d'accertamento, i due arrestati avrebbero preso di mira il diciassettenne che si trovava in compagnia di un gruppo di amici di Segni, prendendolo a calci e a pugni, per poi darsi alla fuga. A dare l'allarme alcuni testimoni, che hanno chiamato il Numero Unico delle Emergenze 112 e chiesto l'intervento urgente di un'ambulanza. I sanitari arrivati sul posto lo hanno preso in carico e trasportato al pronto soccorso, dove i medici lo hanno sottoposto alle cure del caso. I poliziotti che indagano sulla vicenda sono riusciti in breve tempo a risalire e interrogare sottoposti a fermo i presunti autori della violenza, grazie al racconto dei presenti e li hanno raggiunti presso le loro abitazioni, che hanno perquisito e dove hanno trovato gli abiti indossati durante il pestaggio. uno dei due ragazzi stava cercando di rimuovere il sangue, lavando la maglietta. I poliziotti hanno inoltre sequestrato gli smartphone.