video suggerito
video suggerito
Piero Fassino accusato di tentato furto

Piero Fassino al duty free, secondo gli addetti c’è un precedente: “È già successo”

“L’aveva già fatto”, è quanto sostengono alcuni addetti al duty free all’aeroporto di Fiumicino sul presunto tentato furto del profumo da parte di Piero Fassino. In arrivo un’informativa ai pm di Civitavecchia, chiamati a fare chiarezza sul caso.
A cura di Beatrice Tominic
2.601 CONDIVISIONI
Piero Fassino.
Piero Fassino.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

"Non era la prima volta". È quanto sostengono gli addetti al duty free dell'aeroporto di Fiumicino sull'accusa di tentato furto a Piero Fassino, dopo aver "appoggiato in tasca" una confezione di profumo da 100 euro da uno dei tanti negozi che si incontrano prima di arrivare al gate.

"Un banale episodio che si sta trasformando in un'aggressione mediatica", ha commentato l'avvocato del deputato a seguito della vicenda. Nel frattempo, però, per la Polaria l'obiettivo è quello di fare chiarezza: gli agenti stanno raccogliendo le testimonianze e passando al vaglio i video delle telecamere di sorveglianza.

Il precedente della settimana prima

Piero Fassino sarebbe stato riconosciuto come autore di un altro furto al Terminal 1 di Fiumicino: l'episodio risalirebbe ad una settimana prima rispetto al 15 aprile, quando si è svolto l'episodio ormai noto alle cronache. In quel caso, però, non sarebbe stato fermato. Tutti i verbali presto arriveranno al pm di Civitavecchia, per fare chiarezza su quanto accaduto. E nella giornata di lunedì saranno ascoltati anche gli altri addetti al duty free, per cercare di ricostruire questo presunto precedente.

Secondo quanto sta trapelando nelle ultime ore, in uno dei video registrati dai sistemi di sorveglianza, si vedrebbe chiaramente il presunto tentato furto: Fassino non avrebbe neppure il telefonino in mano, come, invece, dichiarato da lui stesso in precedenza, per giustificare la distrazione e il profumo riposto in tasca. 

La difesa di Fassino e del suo avvocato

"Sembra un vero e proprio processo parallelo: l'unica spiegazione è la notorietà di Piero Fassino. D'accordo con il mio assistitio rimando ogni commento alla futura piena lettura degli atti", dichiara l'avvocato Fulvio Gianaria.

È Fassino stesso, invece, a prendere la parola e a esprimere tutta la sua sofferenza per questo momento: "Sto vivendo giorni di enorme malessere. In vita mia non ho mai rubato nulla – sottolinea – Tanti anni di attività politica, di gestione della cosa pubblica e un malinteso rischia di oscurare tutto".

2.601 CONDIVISIONI
12 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views