Dopo un primo weekend di tolleranza è cambiato l'atteggiamento delle forze dell'ordine nei confronti dei ristoratori che decidono di aprire il proprio locale anche a cena, contravvenendo alle normative per limitare il contagio stabilite a livello nazionale. Da domani poi con il ritorno del Lazio in zona gialla, bar e ristoranti potranno aprire a pranzo e servire consumazioni al tavolino fino alle 18.00, mentre rimane il divieto di apertura serale. Durante le prime proteste con l'iniziativa di disobbedienza di alcuni ristoratori, le forze dell'ordine su indicazione della Prefettura, si erano tenute a distanza evitando di alimentare la tensione e tollerando di fatto quelle manifestazioni. Ora però il registro è cambiato e sono cominciate a fioccare multe e chiusure.

Pienone nel ristorante nonostante i divieti: tutti i tavoli pieni

Ieri sera gli agenti della Polizia di Stato sono intervenuti in via Portuense dove, a seguito di diverse segnalazioni, hanno trovato aperto un ristorante con bene 57 clienti a cena. Il locale è stato così chiuso per cinque giorni per "inosservanza alla normativa vigente relativa alle disposizioni antiCovid". Tutti i clienti sono stati identificati e multati, mentre il titolare del negozio sarà inoltre ulteriormente sanzionato per la scoperta di un dipendente impiegato a nero e per la presenza di un impianto di videosorveglianza non a norma.

Osteria aperta in zona Colombo: multe per gestore e clienti

Stesso copione la sera precedente in zona Colombo: qui è stata trovata un'osteria aperta con all'interno sette clienti distribuiti su tre tavoli. Anche in questo caso è stata disposta la chiusura per cinque giorni del locale e tutti i clienti all'interno identificati e multati.