1.419 CONDIVISIONI
L'omicidio Meredith Kercher
5 Dicembre 2020
9:06

Omicidio Meredith Kercher, Rudy Guede non tornerà più a dormire nel carcere di Viterbo

Rudy Guede è stato l’unico condannato per l’omicidio di Meredith Kercher, la studentessa londinese uccisa nella sua abitazione di Perugia la notte del primo novembre 2007. Da tempo già non dormiva più in carcere per l’emergenza covid: adesso alloggerà in un appartamento di Viterbo che gli è stato messo a disposizione.
A cura di Natascia Grbic
1.419 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
L'omicidio Meredith Kercher

Rudy Guede non dovrà più tornare a dormire in carcere. L'unico condannato per l'omicidio di Meredith Kercher, la studentesse londinese uccisa a Perugia il primo novembre 2007, era già stato affidato ai servizi sociali e faceva volontariato alla Caritas di Viterbo. Da adesso alloggerà in un appartamento che gli è stato messo a disposizione nel comune, dovrà comunque seguire delle prescrizioni. Da diverso tempo Guede usufruiva di un permesso speciale legato alla prevenzione dei contagi Covid in carcere che gli permetteva di dormire fuori. Per lui il fine pena è previsto nel marzo del 2022.

L'assoluzione di Amanda Knox e Raffaele Sollecito

Rudy Guede è stato l'unico condannato per l'omicidio della studentessa Meredith Kercher. In primo grado, come concorrenti dell'omicidio, furono condannati anche Amanda Knox e Raffaele Sollecito: la prima, coinquilina della vittima, il secondo fidanzato della ragazza americana. I due furono poi assolti e scarcerati dalla Corte d'Assise d'Appello per non avere commesso il fatto (non c'era la certezza che fossero sul luogo dell'omicidio), ma Amanda Knox fu condannata a tre anni per calunnia per aver accusato Patrick Lumumba, gestore del pub dove lavorava occasionalmente, dell'omicidio. La Cassazione annullò poi la sentenza assolutoria: dopo essere stati nuovamente condannati in appello, furono assolti definitivamente dalla Suprema Corte senza rinvio per la mancanza di prove certe e la presenza di numerosi errori giudiziari nelle indagini.

L'omicidio di Meredith Kercher

Meredith Kercher, studentessa londinese, era arrivata in Italia con il programma Erasmus per studiare all'università di Perugia. È stata uccisa la sera del primo novembre 2007 con 47 coltellate: decisivo è stato il colpo che le ha reciso la carotide. A chiamare i carabinieri sono stati Amanda Know e Raffaele Sollecito, che tornati a casa la mattina hanno trovato un vetro rotto. Pensando che nell'abitazione ci fosse stato un furto, hanno richiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Quando i militari sono entrati, hanno trovato il corpo di Meredith, coperto da un piumone. Secondo la ricostruzione ufficiale, Meredith è stata uccisa durante un gioco sessuale finito male. Amanda e Raffaele vengono arrestati. Poi, entra in scena Rudy Guede: scappato in Germania dopo il delitto, viene arrestato e incriminato al suo ritorno in Italia.

1.419 CONDIVISIONI
200 contenuti su questa storia
Sollecito a Fanpage.it: "Guede ha ucciso Meredith da solo, mente per difendere i suoi interessi”
Sollecito a Fanpage.it: "Guede ha ucciso Meredith da solo, mente per difendere i suoi interessi”
Morte Meredith Kercher, Rudy Guede: "Volevo salvarla, io so la verità e la sa anche Amanda Knox"
Morte Meredith Kercher, Rudy Guede: "Volevo salvarla, io so la verità e la sa anche Amanda Knox"
Guede libero, lo sfogo di Amanda Knox: “Ora dica la verità, lo faccia per me e Raffaele”
Guede libero, lo sfogo di Amanda Knox: “Ora dica la verità, lo faccia per me e Raffaele”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni