13 Novembre 2022
9:14

Nonni minacciano consulente del giudice per affido del nipote: lanci di acido e appostamenti

Una consulente del giudice ha dovuto rinunciare all’incarico perché perseguitata dai nonni materni di un bimbo, per il suo affido. Il nonno a processo le ha versato acido sull’auto.
A cura di Alessia Rabbai

Un nonno è finito a processo arrestato in flargranza di reato per aver perseguitato la consulente nominata dal giudice per l'affido del nipote. A riportare la notizia il Messaggero, che spiega come la figlia e il genero si stavano separando, contendendosi il loro bimbo di tre anni. La nonna e la mamma del piccolo sono invece indagate per calunnia e diffamazione nei confronti dell'ex marito di quest'ultima. I fatti risalgono ai mesi scorsi, quando il nonno materno del bambino, un noto commerciante romano settantenne, che si trova ai domiciliari, a giugno ha iniziato a perseguitare la consulente nominata dal giudice la quale, non aveva firmato una relazione accusatoria nei confronti del papà del bambino.

Le hanno versato acido sull'auto e pedinata

Il Tribunale dei Minori aveva affidato il piccolo ai servizi sociali, ma viveva con la mamma, trascorreva con il padre alcune ore e un mese d'estate. Da quel momento sono iniziate le minacce, l'uomo avrebbe versato per quattro volte un acido corrosivo sulla sua auto, che aveva portato via la vernice della carrozzeria, in un'occasione l'ha seguita con la macchina insieme alla moglie da Roma a Santa Marinella. La donna, in uno stato d'ansia e paura che l'ha costretta a cambiare le sue abitudini, ha presentato querela per l'accduto e ha rinunciato all'incarico.

Il nonno arrestato in flagranza sotto casa della vittima

La Polizia ha arrestato il settantenne a settembre per atti persecutori, quando si è presentato sotto casa della consulente con il volto coperto da un casco da motociclista, pronto a versarle di nuovo l'acido sulla macchina. Il procuratore aggiunto Michele Prestipino e la pubblico ministero Alessia Natale hanno chiesto il processo con il rito immediato. Federico Sinagra, che avvocato del papà del bambino lavora affinché i diritti del genitore vengano assicurati.

Violenta nipote di 9 anni e amichetto:
Violenta nipote di 9 anni e amichetto: "Sotto la capanna di lenzuola facevamo cose brutte"
È domenica ma alcuni ingressi di villa Pamphili restano chiusi:
È domenica ma alcuni ingressi di villa Pamphili restano chiusi: "Pericolo cinghiali"
Covid Lazio, bollettino di giovedì 26 gennaio 2023: 761 nuovi casi e 2 morti, 427 contagi a Roma
Covid Lazio, bollettino di giovedì 26 gennaio 2023: 761 nuovi casi e 2 morti, 427 contagi a Roma
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni