22 Ottobre 2021
13:34

Non è vero che Gualtieri vuole aumentare il costo dei parcheggi sulle strisce blu a Roma

Stando a quanto riporta un articolo di Repubblica, il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, avrebbe già preparato una delibera per aumentare il costo dei parcheggi sulle strisce blu a Roma. Il nuovo primo cittadino ha però smentito questa indiscrezione: “Noi abbiamo detto che le potenzieremo come numeri così come le corsie preferenziali. Tutto il resto sono indiscrezioni prive di fondamento”.
A cura di Enrico Tata

Una delle 23 delibere che il nuovo sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, avrebbe già preparato prevede l'aumento della tariffa dei parcheggi sulle strisce blu a Roma e lo stop agli abbonamenti. L'indiscrezione è contenuta in un articolo pubblicato ieri su La Repubblica a firma Lorenzo D'Albergo e Marina De Ganthuz Cubbe. Secondo alcuni collaboratori del primo cittadino citati dai due cronisti, "lo scopo non è fare cassa, ma disincentivare l'utilizzo dell'auto legando la riforma al potenziamento del trasporto pubblico". Non solo, quindi, potrebbe aumentare il prezzo della tariffa oraria dei parcheggi sulle strisce blu in alcuni quartieri della Capitale, ma potrebbero sparire anche gli abbonamenti: attualmente il costo mensile è di 70 euro e in più c'è la possibilità di pagare 4 euro per una sosta di 8 ore. L'obiettivo di Gualtieri potrebbe essere certamente quello di rivedere i costi dei parcheggi a pagamento, ma questo, probabilmente, avverrà soltanto dopo aver rilanciato il trasporto pubblico locale e quasi certamente, comunque, quando il coronavirus potrà dirsi definitivamente sconfitto.

Raggi era pronta con la delibera sulle strisce blu a luglio

Nell'articolo si fa riferimento anche a una delibera che la sindaca Raggi era pronta a presentare già lo scorso luglio. L'intenzione era quella di eliminare tutte le strisce bianche all'interno della zona dell'Anello ferroviario, che comprende tutti i quartieri centrali di Roma. L'obiettivo era quello di abolire anche tutti gli abbonamenti e accanto a questa l'idea era quella di introdurre una tariffa di 20 centesimi per 15 minuti di sosta vicino alle strutture sanitarie e ospedaliere che non hanno parcheggio interna. L'intenzione, aveva spiegato Raggi lo scorso luglio, era quella di eliminare "tutti gli stalli bianchi all'interno della prima zona Pgtu ed estensione della tariffazione all'interno della Ztl centro storico, su alcune strade e piazze a oggi non tariffate e non regolamentate per la sosta; eliminazione di tutti gli stalli bianchi all'interno della seconda zona Pgtu; eliminazione di tutti gli abbonamenti mensili all'interno della prima e seconda zona Pgtu; eliminazione della tariffa della sosta agevolata di 4 euro per 8 ore all'interno della prima e seconda zona Pgtu; conferma di tariffa agevolata per sosta breve; tariffazione pura anche per i residenti lungo alcuni assi ad alta densità commerciale; rilascio a titolo oneroso del permesso per i residenti a partire dalla terza auto per nucleo familiare, quindi cercare di disincentivare il possesso eccessivo delle automobili per liberare il parcheggio".

Gualtieri ha smentito l'aumento delle strisce blu

"Ho letto con stupore informazioni non vere sulle strisce blu. Noi abbiamo detto che le potenzieremo come numeri così come le corsie preferenziali. Tutto il resto sono indiscrezioni prive di fondamento. I cittadini possono stare tranquilli, faremo un lavoro di miglioramento del servizio pubblico, interventi per ridurre il traffico e per aiutare i romani a spostarsi meglio", ha dichiarato Gaultieri ieri rispondendo a una domanda diretta sulla questione.

Cosa c'è scritto sul programma di Gualtieri sui parcheggi

Questo è quanto c'è scritto sul programma elettorale di Gualtieri in merito ai parcheggi:

Un’organizzazione del traffico sostenibile ed integrata con tutte le modalità di spostamento. Le misure di regolazione del traffico privato e dei parcheggi tendono a disincentivare l’uso delle automobili nelle zone centrali della città ben servite dal TPL e ad offrire maggiori alternative nei quartieri più esterni dove i mezzi privati sono necessari. Va, quindi, favorita l’intermodalità tramite nuovi parcheggi di scambio, diversificata la tariffazione della sosta a pagamento, esteso lo sharing anche nelle aree periferiche, garantita la rimozione costante e sistematica dei veicoli abbandonati sulle strade per aumentare i parcheggi, rafforzati i controlli per il rispetto della fascia verde, rivisto e uniformato l’orario delle ZTL, prevista una maggiore informazione e sensibilizzazione dei cittadini al rispetto delle regole;

È vero che nel programma si parla di "diversificare la sosta a pagamento", ma questo verrà probabilmente messo in atto soltanto dopo aver risolto i problemi strutturali del trasporto pubblico romano. Con un trasporto pubblico efficiente sarà possibile, infatti, prevedere nuove tariffe delle strisce blu almeno nei quartieri centrali.

Gualtieri incontra Draghi: "Dal Giubileo ai trasporti, Roma avrà oltre 2 miliardi di euro"
Gualtieri incontra Draghi: "Dal Giubileo ai trasporti, Roma avrà oltre 2 miliardi di euro"
Un mese dopo l'elezione Gualtieri annuncia la pulizia straordinaria, ma Roma è sporchissima
Un mese dopo l'elezione Gualtieri annuncia la pulizia straordinaria, ma Roma è sporchissima
Roma invasa dai rifiuti, nuovi problemi per Gualtieri: a rischio l'accordo con la Rida di Aprilia
Roma invasa dai rifiuti, nuovi problemi per Gualtieri: a rischio l'accordo con la Rida di Aprilia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni