229 CONDIVISIONI
26 Luglio 2022
14:23

Navigando con i delfini a Ostia: “La loro presenza ci dice che il mare è in buone condizioni”

Come sta la fauna marina del litorale romano? Apparentemente bene, dato il gran numero di delfini presenti in un’area che va da Fiumicino a Torvaianica, interamente monitorata dall’associazione “Sotto al mare”. Siamo stati in barca con loro alla ricerca dei delfini che vengono fotografati e monitorati.
A cura di Lorenzo Sassi
229 CONDIVISIONI

Come sta la fauna marina di Ostia? Lo abbiamo chiesto all’associazione “Sotto al mare”. Dal 2019  si occupa della valorizzazione del territorio e del censimento della fauna marina. “Il progetto principale che portiamo avanti insieme a RomaNatura si chiama ‘catturati in foto’. È un progetto di ricerca scientifica sul delfino tursiope, una specie che abita le coste del litorale romano”, spiega a fanpage.it Lisa Stanziani, biologa e Presidente dell’Associazione “Sotto al mare”. Il progetto consiste nel censire i cetacei fotografandoli arrecando loro il minor disturbo possibile. “Facciamo delle foto alle pinne dorsali dei delfini, che sono un po’ come la loro carta d’identità”.

L’associazione si occupa del monitoraggio del tratto di mare che va da Fiumicino a Torvaianica. Ci siamo imbarcati con loro partendo dal lido dei pescatori di Ostia. Durante le uscite in barca l’associazione si occupa anche della raccolta del macro marine litter (rifiuti marini galleggianti). “Purtroppo gli avvistamenti di delfini sono sempre un’incognita, però la raccolta di plastica no, purtroppo è una costante di tutte le nostre uscite”, racconta Lisa durante il nostro viaggio in barca, mentre con un retino raccoglie alcuni scarti di merendine abbandonati in mezzo al mare.

Allontanandoci dalla costa ci avviciniamo a un’area segnalata da alcuni pescatori per la presenza di delfini. Troviamo tre esemplari e poi molti altri in un tratto di mare poco distante. Fotografiamo gli animali. Sulla via del ritorno a Ostia facciamo tappa alle Secche di Tor Paterno, punto più a sud dell’area di monitoraggio dell’associazione.

Si tratta di un’area marina protetta e si trova a circa 5 miglia dalla costa compresa tra Torvaianica e Ostia. “È un’isola in fondo al mare, una montagna che si erge dal fondo sabbioso ricchissima di vita, può essere definita senza mezzi termini come una barriera corallina del mediterraneo”, spiega la biologa. “I grandi predatori, come ad esempio i delfini, possono beneficiare della biodiversità del luogo. “Il delfino è un biondicatore, quindi il suo stato di salute indica uno stato di salute generale di questo tratto di mare. Vederli spesso anche con dei cuccioli indica che l’ecosistema non sta poi così male”.

Rientrati a Ostia possiamo fare il punto sulle attività di censimento svolte fino a questo momento. “Sicuramente ci sono degli squilibri che stanno avvenendo all'interno dei nostri mari. Tuttavia come ricercatori non abbiamo un'indicazione di uno di uno squilibrio dell’ecosistema presente in questo tratto di mare. La popolazione infatti sembrerebbe godere di ottima salute. Durante uno degli ultimi incontri sono stati visti quattro cuccioli nati da pochissimo tempo, con ancora le pieghe fetali sul loro corpo. Questo è un indice molto importante, perché indica che queste specie vengono nella nostra area non solo per alimentarsi, ma anche a partorire i propri cuccioli”.

Quindi? “Finché c'è il delfino c'è speranza”, conclude.

229 CONDIVISIONI
L’oasi marina di Ostia e la sua biodiversità: la barriera corallina delle Secche di Tor Paterno
L’oasi marina di Ostia e la sua biodiversità: la barriera corallina delle Secche di Tor Paterno
Rissa in spiaggia a Ostia, ventenne ferito con un cacciavite: è grave
Rissa in spiaggia a Ostia, ventenne ferito con un cacciavite: è grave
Giorgia e Beatrice morte in via del Foro Italico: grave Carmine Elia, regista di 'Mare Fuori'
Giorgia e Beatrice morte in via del Foro Italico: grave Carmine Elia, regista di 'Mare Fuori'
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni