Arrivano gli autovelox nella Galleria Giovanni XXIII a Roma per il monitoraggio della velocità. Scatteranno le multe a chi supera il limite massimo concesso, il progetto ha trovato l'applicazione della Giunta Capitolina, completati i lavori di riqualificazione della canna Sud e Nord del tunnel collocato nel quadrante nordoccidentale della Capitale, che collega la Tangenziale Est all'altezza dello stadio Olimpico a via della Pineta Sacchetti all'altezza del Policlinico Agostino Gemelli. L'installazione dell'impianto ha come obiettivo quello di dissuadere gli automobilisti a procedere ad elevate velocità, scongiurando dunque gli incidenti in galleria che in passato hanno coinvolto sia automobili che veicoli a due ruote. Un appalto dal valore di un milione di euro quello previsto per l'installazione dei dispositivi, che prevede la fornitura delle apparecchiature e i lavori dopo l’espletamento delle procedure di gara. L'installazione dei tutor per la velocità era già stata annunciata ad inizio lavori.

Raggi: "Obiettivo ridurre il rischio di incidenti"

"Con i lavori di riqualificazione della Galleria Giovanni XXIII abbiamo migliorato le condizioni di sicurezza all’interno di una delle infrastrutture più importanti del quadrante nord della città – spiega la sindaca di Roma Virginia Raggi – Col nuovo sistema di rilevamento della velocità media cercheremo di ridurre ancor di più il rischio di incidenti nella galleria, il cui numero è diminuito nell’ultimo anno anche grazie al nuovo asfalto, alla rinnovata illuminazione e alla segnaletica stradale più visibile". Lavori che, precisa l'assessora alle Infrastrutture del Comune di Roma Linda Meleo, inizieranno nei prossimi mesi, "entro fine anno bandiremo la gara".
L'obiettivo ribadisce la presidente della Commissione Lavori Pubblici Alessandra Agnello, "è la sicurezza dei cittadini".

I lavori di riqualificazione nella Galleria Giovanni XXIII

I lavori di riqualificazione che hanno visto come protagonista la Galleria Giovanni XXIII sono iniziati a gennaio scorso, suddivisi in due trance, canna Nord e canna Sud, con deviazioni al traffico veicolare. Tra gli interventi svolti figurano la realizzazione dell’asfalto nuovo e la riqualificazione dei marciapiedi interni. Sono inoltre stati sistemati i tombini, installati gli attenuatori d’urto in corrispondenza delle uscite e ripristinate le barriere di sicurezza danneggiate dagli incidenti, sostituiti i pannelli fotoriflettenti per migliorare la visibilità degli automobilisti in transito.