Can Yaman è stato multato per gli assembramenti fuori dall'hote Eden al centro di Roma. L'attore turco famoso per la soap opera Daydreamer e nella Capitale per girare uno spot del regista Ferzan Ozpetek con Claudia Gerini, ha ricevuto una sanzione di 400 euro per essere sceso in strada, consapevole del bagno di folla che si sarebbe creato intorno a lui nonostante restrizioni anti Covid. La multa è scattata per la violazione delle norme restrittive previste dal Decreto Legge sul contenimento dei contagi, che impongono una distanza interpersonale di almeno un metro. Condizione impossibile, e l'attore avrebbe dovuto immaginarselo, qualora si fosse palesato, come ha fatto, in presenza dei suoi fan. Da quanto si apprende lo staff dell'attore e quello della struttura ricettiva che si trova a pochi passi da Piazza di Spagna si erano accordati affinché l'artista entrasse non dall'ingresso principale, dove erano in attesa decine di fan, ma da una porta posteriore, per evitare appunto, una situazione di questo tipo.

Can Yaman è sceso in strada tra i suoi fan

Ma l'artista, una volta dentro l'hotel, non ha resistito al richiamo dei suoi fan, che gridavano il suo nome dalla strada, così è uscito di sua iniziativa dalla porta principale. La folla si è immediatamente precipitata verso di lui, accerchiandolo e impedendogli qualsiasi possibilità di movimento. C'è chi si è avvicinato per scattare un selfie insieme, chi per chiedergli un autografo. Dopo pochi minuti le forze dell'ordine hanno disperso i fan e Can Yaman è rientrato all'interno dell'hotel, salutandoli. Il capo della Polizia Franco Gabrielli ha criticato l'accaduto, giudicando il comportamento "inaccettabile" e sono scatate le indagini per ricostruire l'accaduto ed accertare le responsabilità a carico dell'artista, ora costretto per il suo gesto a pagare la sanzione.