1.306 CONDIVISIONI
4 Maggio 2022
16:04

Matteo Valentini, il ragazzo aggredito a Colli Aniene si è svegliato dal coma: il caso a una svolta

Matteo Valentini è sveglio: dopo settimane di stallo, il caso potrebbe ora arrivare a una svolta. Il 20enne potrebbe infatti spiegare cos’è successo la notte tra l’8 e il 9 aprile.
A cura di Natascia Grbic
1.306 CONDIVISIONI

Matteo Valentini, il giovane trovato in coma a Colli Aniene con una grave ferita alla testa, è sveglio. Dopo settimane di ricovero nella terapia intensiva dell'ospedale Umberto I di Roma, Matteo finalmente ha aperto gli occhi. E tra poco sarà probabilmente in grado di parlare e rompere il velo di mistero che aleggia ancora intorno al suo caso. Da quando è stato trovato riverso in viale Sacco e Vanzetti, infatti, sono pochi i passi in avanti fatti dagli investigatori. I poliziotti del commissariato San Basilio si sono trovati di fronte un muro di ‘non so' e ‘non ho visto niente', che non hanno aiutato nelle indagini. E le telecamere acquisite nella zona dell'aggressione, non hanno finora fornito immagini utili a identificare chi ha aggredito il ragazzo. La speranza è che adesso sia proprio Matteo Valentini a dire agli inquirenti cosa è accaduto la notte tra l'8 e il 9 aprile.

I punti da chiarire dell'aggressione a Matteo Valentini

Sono molti i punti da chiarire riguardo la vicenda di Matteo Valentini. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo per lesioni: il ragazzo è stato trovato riverso in terra con una ferita alla testa, il naso rotto e varie ferite, che hanno fatto pensare subito a un'aggressione. Inizialmente si era ipotizzato anche un incidente stradale, con Matteo investito da una macchina pirata: le sue ferite però, non sono risultate compatibili con un investimento. Qualcuno potrebbe quindi averlo aggredito. Ma chi? Forse un estraneo, con cui il ragazzo potrebbe aver avuto un diverbio, o una persona che conosceva. Fatto sta che il tutto è successo in una manciata di minuti: appena sette. Nessuno degli amici del ragazzo seduti a poca distanza dal luogo dell'aggressione ha visto o sentito nulla: ai poliziotti hanno riferito di aver visto un'ambulanza, ma di non avere pensato fosse arrivata per Matteo.

1.306 CONDIVISIONI
La paura delle donne sui treni, le storie di chi ha vissuto l'incubo delle molestie
La paura delle donne sui treni, le storie di chi ha vissuto l'incubo delle molestie
3.807 di Chiara Daffini
Violenta la nipotina di 14 anni, si rende irreperibile per sfuggire al carcere: arrestato
Violenta la nipotina di 14 anni, si rende irreperibile per sfuggire al carcere: arrestato
Cinghiali al picnic degli studenti al lago di Castel Gandolfo: i ragazzi fuggono terrorizzati
Cinghiali al picnic degli studenti al lago di Castel Gandolfo: i ragazzi fuggono terrorizzati
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni