A Marino, provincia di Roma, un carabiniere ha sparato alla moglie e si è tolto la vita. La donna, una cinquantenne, stando a quanto si apprende, sarebbe stata trasportata in gravi condizioni al pronto soccorso dell'ospedale di Marino. L'uomo, 54 anni, sarebbe morto sul colpo.

A dare l'allarme i vicini di casa della coppia

Il fatto è avvenuto intorno alle 16,15 di oggi, venerdì 16 aprile all'interno di un appartamento del paese dei Castelli Romani. L'uomo avrebbe sparato un colpo di pistola contro la moglie e si sarebbe tolto la vita con la stessa arma. Sul posto gli agenti della Polizia Scientifica di Velletri. A dare l'allarme, secondo una prima ricostruzione, sarebbero stati i vicini di casa della coppia, che hanno sentito gli spari provenire dall'abitazione. Quando i soccorsi sono giunti sul posto, insieme alla polizia con gli agenti della Scientifica, si sono trovati davanti una scena tragica: l'uomo era già morto, e per lui non c'è stato altro da fare se non constatarne il decesso. La donna, gravissima, era in fin di vita: da lì il trasporto urgente con l'eliambulanza in ospedale, dove i medici stanno facendo di tutto per salvarle la vita. Stando alle indagini, alla base del gesto ci sarebbe un motivo di gelosia.

Carabiniere ferisce la moglie e si spara: ignoti i motivi del gesto

Sul caso indagano gli agenti della Polizia di Stato. Ancora sono ignoti i motivi del gesto, che gli investigatori stanno cercando di ricostruire per far luce su questa tragedia. Secondo le prime informazioni, l'uomo avrebbe colpito la moglie al culmine di un litigio, non è noto di quale natura. Dopo averle sparato, ha poi rivolto l'arma contro se stesso, morendo sul colpo.

IN AGGIORNAMENTO