175 CONDIVISIONI
3 Marzo 2022
23:15

Latina, il calciatore Matteo Pietrosanti muore in campo a 15 anni davanti alla madre

Tragedia a Priverno, in provincia di Latina, dove Matteo Pietrosanti, quindici anni, è morto in campo mentre giocava a calcio.
A cura di Alessia Rabbai
175 CONDIVISIONI

Matteo Pietrosanti, calciatore di quindici anni, è morto sul campo San Lorenzo a Priverno in provincia di Latina. I drammatici fatti sono avvenuti nel pomeriggio di oggi, giovedì 3 marzo nel centro pontino. Per l'adolescente non c'è stato purtroppo nulla da fare per salvargli la vita, stroncato da un malore improvviso che non gli ha lasciato scampo. Secondo le informaizoni apprese al momento dell'accaduto Matteo si stava allenando insieme ai suoi compagni di squadra praticando lo sport che più amava, quando improvvisamente si è accasciato a terra. La scena è avvenuta davanti agli occhi di sua madre. In suo soccorso è intervenuto il personale sanitario, che ha cercato di rianimarlo, facendogli a lungo il massaggio cardiocircolatorio, purtroppo senza esito. Presenti per gli accertamenti di rito i carabinieri. Terminate le verifiche, la salma del ragazzo è stata trasferita in obitorio, dove si trova a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, per l'autopsia. I risultati degli esami autoptici serviranno a far luce sulle cause che hanno provocato il decesso. Una delle ipotesi al momento è che il giovane abbia avuto un infarto.

I messaggi di cordoglio per Matteo Pietrosanti

La notizia della tragica e improvvisa e prematura scomparsa di Matteo ha scosso la comunità, che si è stretta intorno alla famiglia del ragazzo, in attesa che la salma riceva il nulla osta e vengano celebrati i funerali, oper dargli l'ultimo saluto. Tantissimi i messaggi di cordoglio comparsi su Facebook, da parte di amici e compagni di scuola e del mondo dello sport tra i quali quello della società Asd Virtus San Michele e Donato Calcio: "Ci uniamo al dolore che ha colpito la famiglia per la scomparsa del loro piccolo campione Matteo. Riposa in pace".

175 CONDIVISIONI
Lascia morire la madre invalida tra feci e formiche: condannato a 4 anni e 8 mesi
Lascia morire la madre invalida tra feci e formiche: condannato a 4 anni e 8 mesi
Violenza sul campo a Oriolo Romano: calciatore aggredisce avversario e lo manda in ospedale
Violenza sul campo a Oriolo Romano: calciatore aggredisce avversario e lo manda in ospedale
Cade e batte la testa ma si rialza, Andrea muore nel sonno a 27 anni
Cade e batte la testa ma si rialza, Andrea muore nel sonno a 27 anni
3.113 di Videonews
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni