Elezioni comunali Roma 2021
8 Settembre 2021
18:07

La candidata no vax attacca Michetti: “Non ha voluto parlare con me, la sua una figura meschina”

Candidata al comune di Roma per il centrodestra, Francesca Benevento ha attaccato duramente Enrico Michetti in un’intervista rilasciata all’Adnkronos. “Mi hanno detto che mi avrebbe chiamato Michetti, dopodiché, invece, hanno detto che aveva una lunga riunione. Non ha quindi voluto parlare con me nonostante io lo avessi cercato”.
A cura di Natascia Grbic
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni comunali Roma 2021

"Ieri mi hanno detto che mi avrebbe chiamato Michetti, dopodiché, invece, hanno detto che aveva una lunga riunione. Non ha quindi voluto parlare con me nonostante io lo avessi cercato". A parlare, in un'intervista rilasciata ad Antonio Atte di Adnkronos, è Francesca Benevento, l'ex grillina no vax candidata al comune di Roma per Enrico Michetti. Benevento nega di non essersi fatta trovare da Enrico Michetti per discutere delle sue posizioni su vaccini e pandemia, oltre che per le parole usate per il ministro della Salute Roberto Speranza, definito "ebreo askenazita formato dalla McKinsey, che riceve ordini dall’élite finanziaria ebraica". "Stiamo provando a rintracciare la candidata ma ancora non siamo riusciti", ha dichiarato Michetti. "Sono in contatto con la segreteria di Michetti. Attendo che rettifichino, altrimenti li aspetta una figura meschina", replica Benevento.

Il candidato sindaco del centrodestra si è detto molto arrabbiato per l'accaduto e per le parole usate da Francesca Benevento, ma al momento non si parla di espulsione dalla lista. "Abbiamo 2.500 candidati – ha dichiarato Michetti – Se dovessimo fare un excursus di tutto quello che hanno dichiarato negli ultimi 10 anni sui social… Noi abbiamo chiesto i carichi pendenti, il casellario. E abbiamo preso le distanze in maniera ferma e decisa nel momento in cui abbiamo saputo. Valuteremo quali provvedimenti prendere, tra l'altro non siamo ancora riusciti a rintracciarla. Appena ci sarà la possibilità di un dialogo vedremo perché ha detto quelle cose". Insomma, nonostante le posizioni no vax e antisemite, al momento Benevento è ancora in lista. Anche se, ci tiene a precisare all'Adnkronos, "non sono antisemita, ma dovete pur scrivere qualcosa, altrimenti come guadagnate lo stipendio?". E ha poi aggiunto, rivolgendosi ai giornalisti: "Ipocriti lecchini servi del potere, corrotti come i politici al soldo di Big Pharma".

Ma cosa ha detto Francesca Benevento? Oltre a postare notizie fake di siti complottisti e negazionisti, la consigliera municipale sostiene che gli anticorpi monoclonali non sono altro che un "enorme business per le case farmaceutiche che incassano dallo Stato. Un geniale piano diabolico per mantenere saldi i clienti per il futuro". Il piano dei poteri forti sarebbe quello di sterminare la popolazione mondiale perché "siamo troppi sul pianeta", mentre Conte sarebbe "al servizio del capitalismo finanziario e degli occulti piani del nuovo ordine mondiale. Decimare la popolazione per sottometterci meglio con vaccino dotato di microchip per identità digitale e controllarci telematicamente con il 5G". Il ministro della Salute Speranza sarebbe poi un "ebreo askenazita formato dalla McKinsey, che riceve ordini dall’élite finanziaria ebraica". Insomma, per Benevento nel prossimo futuro "l'umano fungerà da antenna", le élite mondiali ci controlleranno la mente e manderanno impulsi dolorosi tramite i chip installati nel nostro corpo col 5G nel caso di ribellione.

180 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni