Elezioni comunali Roma 2021
8 Settembre 2021
21:22

Insulti razzisti a Samir, candidato di Roma Futura: “Queste persone cosa insegneranno ai figli?”

Samir Abdelkhalik è un ragazzo di 24 anni nato e cresciuto a Ostia. Il post dell’annuncio della sua candidatura nella lista ‘Roma Futura’ ha attirato l’attenzione di decine di razzisti, la maggior parte uomini adulti, alcuni dei quali padri di famiglia, che lo hanno insultato. Non solo: insulti sessisti sono stati rivolti anche alla sua ragazza, contattata in privato da una di queste persone.
A cura di Natascia Grbic
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni comunali Roma 2021

"Ci sono rimasto male, ma quello è inevitabile. Cerco sempre di trasmettere un messaggio di inclusione, e il fatto che il post sia pieno di insulti ha fatto passare ciò che conta in secondo piano. All'inizio non volevo denunciare, ma poi una di quelle persone che su Facebook mi ha insultato ha scritto in privato frasi molto sessiste alla mia ragazza. Quella è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, adesso vedremo come andare avanti". A parlare a Fanpage.it è Samir Abdelkhalik Omran Mohamed, giovanissimo candidato della lista civica ‘Roma Futura’ al Municipio X. 24 anni, nato e cresciuto a Ostia, lavora per un'associazione di consumatori da tre anni e allena la squadra di calcio Todis Lido di Ostia, team che fa parte della Serie A del calcio a 5. Samir ha scritto un post Facebook per annunciare la sua candidatura a consigliere municipale, ma il suo messaggio non ha attirato solo gli auguri degli amici, dei parenti, e dei suoi sostenitori. È successo infatti che molte persone, la maggior parte uomini adulti, di mezz'età, che nel quotidiano vengono visti come ‘stimati' padri di famiglia, hanno attaccato violentemente il 24enne con epiteti razzisti. Non solo: alcuni si sono sentiti anche ‘in dovere' di insultare in privato la sua ragazza.

Gli insulti razzisti a Samir

‘Samir: ottimo per il I municipio di Tunisi o di Rabat','‘Ok, ora sali sugli elefanti e vai a caccia di leoni, ok?’, ‘De preciso da ndo vieni? Yemen, Iraq, Iran? ma vatte a fa na passeggiata’, ‘romano de Roma?’, ‘vai a pascolar serpenti’. Solo solo alcuni dei messaggi offensivi arrivati sulla bacheca Facebook di Samir, letteralmente presa di mira da decine di razzisti. Un numero di commenti che non ha eguali: basti vedere le bacheche degli altri candidati nei vari consigli municipali di Roma, che non hanno destato molto interesse. "C'è anche gente che mi ha difeso – continua Samir – Vorrei si capisse che quelli che mi hanno insultato non sono la vera società, c'è di meglio. Queste persone, padri di famiglia che hanno scritto quei commenti razzisti, dovrebbero aprire la mente e capire che tipo di insegnamento vogliono trasmettere ai loro figli. Io insegno calcio ai bambini, e la prima cosa che imparano è fare gruppo, aiutarsi l'uno con l'altro, al di là di tutto. I bambini non vedono il colore della pelle, ma la persona, e questi adulti dovrebbero fare la stessa cosa".

Bonafoni (Roma Futura): "Necessaria risposta corale"

"Insulti razzisti inaccettabili". Così ha definito gli insulti la capogruppo della Lista Civica Zingaretti al Consiglio regionale del Lazio e promotrice della lista civica femminista, egualitaria, ecologista ‘Roma Futura’ Marta Bonafoni. "Samir ha deciso di denunciare con forza, per riportare ancora una volta l’attenzione delle istituzioni sulla moltiplicazione degli episodi di xenofobia nella Capitale. Una violenza tanto più grave perché rivolta verso un ragazzo che a soli 24 anni ha voluto mettere a disposizione delle cittadine e dei cittadini di Ostia, dove è nato e cresciuto, le sue energie e il suo tempo.  Samir voglio esprimere la mia solidarietà e vicinanza. È necessaria una risposta corale e compatta delle istituzioni e della società civile perché simili azioni di odio e di violenza non si ripetano più".

180 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni