(La Presse)
in foto: (La Presse)

Aumentano i contagi nel Lazio. Nella giornata di ieri i casi sono tornati sopra i 2mila in tutta la regione, sopra i 900 nella città di Roma. Numeri che nelle scorse settimane erano diventati ormai un ricordo e che adesso stanno tornando a dominare i bollettini diramati giornalmente dalle Regione. Il rapporto tra tamponi e positivi è al 13% (ma se si considerano anche gli antigenici il rapporto scende al 5%), mentre il valore Rt è risalito fino ad arrivare di poco sotto l'1 (0,98%). Insomma, la situazione è ancora sotto controllo, ma con la curva dei contagi in crescita non è detto che questo valore non aumenti nuovamente nei prossimi giorni. "Prevediamo un peggioramento della curva – ha dichiarato l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato – Oggi abbiamo un'onda che si alza come era prevedibile e occorre massimo rigore e cautela".

Lazio, aumentano contagi: preoccupa pressione su ospedali

A pesare sull'aumento dei contagi, le feste natalizie appena trascorse. Una situazione che, nonostante il lockdown e le zone rosse nei giorni di festa, era prevedibile. Ciò che preoccupa è la pressione sul sistema sanitario: ciò che le autorità vogliono evitare è che gli ospedali vadano in sofferenza, con terapie intensive e reparti ordinari troppo pieni. Sono ancora fresche alla mente le immagini delle lunghe file di ambulanze davanti gli ospedali, con decine di pazienti in attesa di poter entrare al pronto soccorso, impossibilitato ad accogliere in tempi brevi le persone che necessitavano delle cure. Immagini che si spera non dover rivedere ma che, in queste condizioni, potrebbero verificarsi nuovamente nella capitale e nelle altre province del Lazio.

Oggi il Lazio torna in zona gialla

Dopo giorni di zona rossa e arancione, tutta Italia – e quindi ovviamente anche il Laziotorna nuovamente in zona gialla. Si tratta in ogni caso di una zona gialla diversa a quella in vigore prima della feste: gli spostamenti tra le regioni sono ancora vietati e lo saranno fino al prossimo 15 gennaio. Riaprono fino alle 18 bar e ristoranti, mentre i negozi potranno restare aperti fino alle 20. Rimane in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5. Prosegue la campagna vaccinale: secondo i dati aggiornati alle ore 18 del 6 gennaio, nel Lazio sono state vaccinate 42.272 persone, ossia il 93% delle dosi assegnate.