Tragedia ieri sera a Lanuvio: un uomo di 61 anni è morto dopo essere caduto da un'altezza di otto metri. L'episodio è avvenuto in via della Libertà, proprio nel centro del comune. Stando a una prima ricostruzione, Luigi Seri – questo il nome della vittima – stava cercando di entrare in casa dalla porta finestra dopo aver dimenticato le chiavi nell'appartamento. Il 61enne ha tentato di arrampicarsi nell'abitazione al primo piano, ma ha perso l'equilibrio ed è scivolato, morendo sul colpo. Molto probabilmente è scivolato a causa delle ringhiere rese scivolose dal ghiaccio. Il volo di otto metri non gli ha lasciato scampo: il personale del 118 intervenuto sul posto non ha potuto fare altro che constatarne il decesso a causa dei gravi traumi alla testa.

Morto Luigi Seri: è caduto da otto metri

Ad assistere impotenti alla tragedia, anche la figlia e la moglie dell'uomo, sotto shock quando hanno visto il loro caro precipitare e morire davanti ai loro occhi. Inutile la chiamata ai soccorsi, l'impatto con la strada è stato fatale per il 61enne. Sul posto, oltre al 118, anche la polizia di Genzano e la Scientifica dei Castelli Romani, per ricostruire quanto accaduto. La salma è stata trasferita al policlinico di Tor Vergata per l'autopsia, che sarà effettuata dal medico legale. Dopodiché si potrà procedere con la sepoltura dell'uomo. Luigi Seri era una persona molto conosciuta e apprezzata a Lanuvio. Lavorava come fornaio ed erano in molti a rivolgersi a lui per la qualità dei suoi prodotti. Sul posto è andato anche il sindaco di Lanuvio Luigi Galieti. Un'altra tragedia ha colpito il comune dopo quella della strage degli anziani nella casa di riposo.