Aumentano i casi di covid nelle scuole di Roma, ma per ora sono pochissimi gli istituti in cui si è resa necessaria la chiusura dell'intera struttura (se non per la sanificazione dei locali) e, ad oggi, non si registrano focolai nelle classi. Ieri la succursale del liceo Russell ha sospeso le attività didattiche per la sanificazione degli ambienti, poiché uno studente di quarta è risultato positivo al tampone. Tutta la sua classe di trova ora in quarantena.  "Si comunica che è stata disposta dalla ASL, Servizio di prevenzione territorialmente competente, la quarantena per una classe quarta poiché è stato accertato il tampone positivo al Covid per un studente. Lo studente in questione aveva manifestato sintomi a casa e i genitori, rivolgendosi al pediatra hanno fatto fare il tampone ed è risultato positivo", si legge in una nota diffusa dalla direzione scolastica. "Lo studente – si legge ancora – ha frequentato solamente quattro giorni, dal 15 settembre al 18 settembre". I genitori hanno avvisato la scuola ed è stato allertato il servizio ASL competente il quale ha fatto partire il tracciamento per i contatti stretti. La classe in questione ha osservato scrupolosamente tutte le regole sul distanziamento e sull'igiene personale", conclude la nota.

I casi registrati ieri

All'Istituto Fratelli Bandiera, zona piazza Bologna, due insegnanti sono risultate positive e le attività didattiche sono state sospese per sanificazione. Un caso positivo anche al liceo Leonardo Da Vinci di Maccarese, Fiumicino, al liceo Vailati, di Genzano di Roma, e al liceo linguistico Seneca di Roma. Positiva una maestra alla scuola materna Zandonai, quartiere Vigna Clara di Roma.