Istituto Spallanzani di Roma
in foto: Istituto Spallanzani di Roma

Sono 60 i pazienti ricoverati presso l'Istituto di Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani. Tra questi, 49 sono positivi al coronavirus, di cui, 2, più gravi, si trovano ricoverati presso il reparto di terapia intensiva e necessitano di supporto respiratorio. Undici persone, sospettate di aver contratto il virus, sono state sottoposte ai test per la ricerca del Covid-19 e sono in attesa dei risultati degli esami. Questi i dati diramati nel bollettino medico dell'ospedale Lazzaro Spallanzani di oggi, domenica 2 agosto. Dall'Inmi si apprende sono 556 i pazienti asintomatici o con sintomi lievi dimessi, cifra aggiornata a stamattina, per i quali non è necessario il ricovero ospedaliero. Alcuni hanno fatto ritorno alle proprie abitazioni, dove resteranno fino a completa guarigione, rispettando il regime di isolamento domiciliare e comunque, fino a tamponi negativi. Altri, sono stati trasferiti a strutture del territorio adibite all'osservazione. Rispetto a ieri all'ospedale Spallanzani aumentano di una unità il numero dei ricoveri (erano 59), e dei positivi (erano 48) e mentre resta stabile il numero dei pazienti che si trovano in terapia intensiva in condizioni più gravi (2).

Nel Lazio ieri 18 positivi, tre casi d'importazione

Ieri nel Lazio sono stati registrati 18 positivi al coronavirus, tra cui 3 casi d'importazione. Si tratta nello specifico di due persone provenienti dal Bangladesh e una dall'India. Due pazienti, invece, sono risultati positivi in fase di pre-ospedalizzazione. Nessun decesso è stato registrato nelle 24 ore precedenti, mentre sono sei i casi accertati nella provincia di Latina. Cinque casi sono contatti del dipendente del chiosco sulla spiaggia a Sabaudia per il quale è in corso l’indagine epidemiologica. Un caso riguarda un uomo di nazionalità indiana individuato ai test sulla comunità Sikh.