Mai così tanti nuovi contagi di coronavirus in un solo giorno nella provincia di Viterbo: nelle ultime 24 ore sono stati 69 i casi segnalati, 28 dei quali solo nella città capoluogo. Un "aumento importante", come evidenziato anche dall'assessore alla Sanità Alessio D'Amato durante l'ultimo bollettino della Regione Lazio, segno di come sia fondamentale non abbassare la guardia davanti alla forte ripresa dei contagi che va avanti ormai da settimane. La Asl di Viterbo specifica che 21 casi hanno un link epidemiologico con casi precedentemente accertati e già isolati, 40 sono collegati a tamponi eseguiti per sintomatologia, 4 sono collegati a tamponi eseguiti in seguito ad esami post-sierologici, 3 sono collegati a tamponi effettuati dopo un test antigenico, e l'ultimo è infine emerso da un tampone preventivo eseguito per un accesso in una struttura Asl. Non sono stati segnalati nuovi decessi durante la giornata di ieri, 13 ottobre.

Nella Tuscia sfiorati i mille contagi dall'inizio dell'emergenza

I dati degli ultimi giorni si riflettono sull'andamento dell'epidemia nel territorio della Tuscia: stando ai dati della Asl, dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono 988 i casi complessivi,  ripartiti in 316 a Viterbo e i restanti 673 in provincia. Scendendo più nello specifico, sono 416 le persone attualmente positive, 23 delle quali ricoverate in ospedale. I guariti finora sono 544 e 28 in tutto i morti, ai quali si aggiunge un ulteriore residente deceduto all'interno di una struttura fuori dalla provincia. Dopo il capoluogo i Comuni più colpiti dal Covid-19 sono Civita Castellana con 58 casi accertati, Tuscania con 50 e Tarquinia con 41. In tutto sono attualmente 850 le persone poste in quarantena. Ieri in tutto il Lazio sono emerse 579 positività dai circa 15mila tamponi elaborati, un numero molto più elevato rispetto ai 395 casi del giorno precedente.