6.238 CONDIVISIONI
Coronavirus
23 Dicembre 2020
17:51

Chi è Claudia Alivernini, la prima persona che riceverà il vaccino anti coronavirus in Italia

Claudia Alivernini, 29 anni, nata il 23 ottobre del 1991, sarà la prima vaccinata all’Istituto Nazionale di Malattie Infettive. È un’infermiera come infermiera era la prima cittadina di New York a ricevere la prima dose del vaccino contro il Covid. Alivernini si è laureata in sciente infermieristiche all’Università La Sapienza di Roma.
A cura di Enrico Tata
6.238 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Claudia Alivernini sarà la prima italiana ad essere vaccinata contro il coronavirus. Il 27 dicembre, in occasione del V-Day europeo, la giovane infermiera dell'Istituto Nazionale di Malattie Infettive ‘Lazzaro Spallanzani' di Roma riceverà la prima dose del vaccino Pfizer-BionTech (il cui nome commerciale è Comirnaty). Il vaccino Covid-19 mRNA BNT162b2 (Comirnaty), spiega l'Agenzia Italiana del Farmaco, viene somministrato in due iniezioni, solitamente nel muscolo della parte superiore del braccio, a distanza di almeno 21 giorni l’una dall’altra.

Le dosi del primo vaccino anti Covid approvato dall'Ema, Agenzia Europea del Farmaco, sono già partite dalla sede belga di Pfizer e stanno viaggiando alla volta di tutti i Paesi europei, Italia compresa. Le dosi italiane, 9.750 in tutto, arriveranno tutte all'Istituto Spallanzani, dove verranno confezionati pacchi per ognuna regione con la quantità di vaccino che gli spetta. Al Lazio rimarranno 955 dosi e verranno distribuite il 27 e il 28 dicembre nelle asl e nei principali ospedali della rete Covid.

Chi è Claudia Alivernini

Claudia Alivernini, 29 anni, nata il 23 ottobre del 1991, sarà la prima vaccinata all'Istituto Nazionale di Malattie Infettive. È un'infermiera come infermiera era la prima cittadina di New York a ricevere la prima dose del vaccino contro il Covid. Alivernini si è laureata in sciente infermieristiche all'Università La Sapienza di Roma e lavora presso un reparto di malattie infettive dello Spallanzani. Ha lavorato anche nelle unità mobili Usca-R della Regione Lazio e ha assistito a domicilio tanti pazienti anziani affetti da Covid. Sta proseguendo i suoi studi con un master in infermieristica forense.

Le prime parole: "Vaccinarsi un atto d'amore"

"Vaccinarsi è un atto d'amore e di responsabilità nei confronti della collettività. Con orgoglio rappresento tutti gli operatori sanitari che come me sono stati in prima linea durante questa pandemia", ha dichiarato Alivernini oggi pomeriggio nel corso di un punto stampa per i telegiornali allestito all'esterno dell'Istituto Spallanzani di Roma.

Come verranno distribuiti i primi vaccini che arriveranno

L'Esercito distribuirà le dosi stoccate presso l'ospedale Spallanzani e le distribuirà, entro il 27 dicembre, a tutte le regioni. Una parte dei vaccini sarà trasportata all'aeroporto militare di Pratica di Mare, dove cinque aerei raggiungeranno le mete italiane più lontane. Gli altri saranno trasportati via terra grazie a 60 veicoli e all'impegno di 250 militari. Le successive dosi che arriveranno in Italia saranno consegnate direttamente ai 300 siti di somministrazione individuati dal commissario Arcuri. Le dosi dovrebbero arrivare allo Spallanzani il prosismo 26 dicembre: "In questa pandemia, la nostra abilità nello spedire direttamente dalle nostre strutture a più punti di utilizzo riduce le sfide logistiche e consente una supervisione e un controllo completi e rigorosi. I camion sono in partenza dal sito produttivo di Puurs in Belgio e arriveranno al punto di utilizzo dello Spallanzani di Roma. Le prime 9.750 dosi destinate all'Italia saranno consegnate infatti il prossimo 26 dicembre. Tutto è pronto per la distribuzione", ha dichiarato Paivi Kerkola, Amministratore delegato di Pfizer in Italia. Per la distribuzione delle dosi nel Lazio si è svolto oggi una riunione del Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica presieduto dal prefetto di Roma, Matteo Piantedosi, insieme all'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, e alle forze dell'ordine.

6.238 CONDIVISIONI
27179 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni