Un catechista della parrocchia Santa Rita da Cascia a Casalotti a Roma, rischia di finire a processo per violenza sessuale. Nei suoi confronti la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio, a marzo l'udienza davanti al giudice dell'udienza preliminare. I fatti risalgono ad alcuni anni fa e sarebbero iniziati del 2009. Autore della presunta violenza sarebbe un responsabile spirituale della comunità neocatecumenale. Come riporta Il Messaggero le violenze si sono perpetrate per ben cinque anni, in particolar modo, quando l'uomo riportava la ragazza a casa dopo gli incontri spirituali, approfittando del legame di amicizia che intercorreva con i suoi genitori.

Adolescente abusata da un catechista

Le indagini sono partite a seguito della denuncia dei genitori dell'adolescente. La ragazza si è portata dentro per cinque anni le violenze, subite perché sua madre e suo padre facevano parte della stessa comunità neocatecumenale. Poi ha trovato il coraggio per confidarsi con i suoi genitori e chiedere loro aiuto. Genitori che ascoltando il racconto della figlia sono rimasti sotto choc e al termine del quale si sono recati dai carabinieri della stazione Casaltti per sporgere denuncia. Sono poi partiti gli accertamenti della Procura, che ha verificato il racconto della ragazza e che è convinta della sua veridicità.

Fratello di un sacerdote indagato per aver violentato quattro bambine

A metà ottobre scorso è emersa un'altra vicenda di abusi sessuali su minori in ambienti religiosi, questa volta in una parrocchia del X Municipio, dove il fratello di un sacerdote rischia di finire a processo. L'uomo, secondo quanto sostiene la procura avrebbe abusato sessualmente di quattro bambine. Vittime che sono state ascoltate in audizione protetta e i cui racconti sono stati definiti autentici. A denunciare l'accaduto un genitore, che ha notato il campbio di comportamento della figlia, la quale, alle richieste di spiegazioni del padre diceva che non voleva più andare in parrocchia perché il maestro "non si comportava bene" e raccontando ai genitori i dettagli di ciò che senza dubbio era un abuso sessuale.