Covid 19
13 Ottobre 2021
13:07

Assalto alla sede della Cgil, domani gli interrogatori di Roberto Fiore e Giuliano Castellino

Si terranno domani gli interrogatori davanti la giudice per le indagini preliminari, delle dodici persone arrestate in seguito alla violenta manifestazione no green pass di sabato scorso. Tra loro i leader di Forza Nuova Giuliano Castellino, Roberto Fiore, Pamela Testa, di io Apro Biagio Passaro, e l’ex Nar Luigi Aronica.
A cura di Natascia Grbic
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Saranno interrogati domani mattina in videoconferenza le dodici persone arrestate in seguito alla manifestazione no green pass di sabato scorso. Tra loro, i leader del movimento neofascista Forza Nuova Giuliano Castellino, Roberto Fiore, Pamela Testa, di Io Apro Biagio Passaro, e l'ex Nar Luigi Aronica. Sono tutti accusati di istigazione a delinquere, devastazione e saccheggio ma, secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, i magistrati starebbero valutando di aggiungere alle contestazioni anche l'accusa di associazione a delinquere finalizzata all’eversione. Tutti gli arrestati hanno dichiarato che risponderanno alle domande della giudice per le indagini preliminari Antonella Marzano.

No green pass, aumenta il numero degli indagati

Gli avvocati della difesa contestano le tesi della Procura. "Non vi sono elementi a sostegno delle accuse formulate", sostiene Carlo Taormina, difensore dei leader di Forza Nuova, convinto che dalla visione dei video si potrà dimostrare la totale ‘estraneità di Giuliano Castellino e degli altri all'assalto della sede Cgil. Anche Paolo Colosimo, difensore di Aronica, sostiene che il suo assistito non abbia nulla a che vedere con le violenze verso il sindacato. L'indagine però si allarga, e ora sul registro sono finiti anche Giuseppe Provenzale, Luca Castellini, Davide Cirillo e Stefano Saija, autori di comunicati in cui si sarebbe promesso l'innalzamento dello scontro nei prossimi giorni. Il reato ipotizzato per loro è istigazione a delinquere aggravata dall'utilizzo di strumenti informatici. E proprio nei giorni scorsi, per questo motivo la Procura della Repubblica ha posto sotto sequestro il sito di Forza Nuova, al momento oscurato per indagini.

27595 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni