Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Il sindaco di Guidonia Michel Barbet ha vietato il consumo di alcol all'aperto nelle "aree pubbliche, aperte al pubblico e soggetto ad uso pubblico". L'ordinanza entrerà in vigore dal 26 ottobre: chi verrà sorpreso a sorseggiare una birra in strada o seduto su una panchina al parco, dovrà pagare una multa di 300 euro. "Questo divieto è un deterrente sia per il consumo eccessivo di alcolico ed anche per limitare l’abbandono di rifiuti per strada. Si tratta, infatti, di un atto che va verso la direzione del decoro urbano della nostra città. Dobbiamo prenderci tutti cura di Guidonia Montecelio partendo proprio da questi gesti responsabili".

Un'ordinanza estremamente restrittiva, molto più di quella della città di Roma, che pure aveva suscitato proteste e polemiche. Nella capitale non è possibile bere alcol nei luoghi pubblici a partire dalle 22 fino alle 7 del mattino, mentre nelle altre ore della giornata e in serata è tollerato. Un provvedimento volto soprattutto a limitare la ‘movida', e a tutelare i residenti delle zone dove i fine settimana sono più movimentati rispetto ad altre.

Il provvedimento del sindaco di Guidonia sta suscitando diverse proteste. Tra chi rivendica la possibilità di bere una birra dopo aver pulito tutti insieme il parco di Valerio, e chi contesta a Barbet il fatto che le strade siano piene di buche e rappresentino un pericolo soprattutto per chi gira in motorino. "Decoro urbano? E mi dica è decoroso rischiare la vita tutti i giorni in scooter per via delle voragini che ci sono, e che non vengono neanche più rattoppate?", commenta un residente sotto il post con cui il sindaco ha annunciato l'ordinanza. Le prime multe, per chi viene sorpreso a bere in strada, scatteranno il 26 ottobre. E le nuove regole sono valide h24.