A causa delle violente mareggiate la spiaggia di Focene, Fiumicino, è diventata una distesa di rifiuti. Il mare ha portato di tutto e il problema, sollevato già a dicembre, è diventato ancora più grave dopo il maltempo che ha interessato tutta Italia da Capodanno. Oggi hanno effettuato un sopralluogo il sindaco Esterino Montino, l'assessore regionale ai Lavori pubblici e alla Tutela del territorio, Mauro Alessandri, la consigliera regionale Michela Califano, il direttore regionale della Protezione Civile Carmelo Tulumello, il vicesindaco Ezio Di Genesio Pagliuca. La Regione Lazio ha già messo a disposizione fondi per il recupero della spiaggia di Focene Nord. "Ancora una volta la Regione Lazio dimostra una grande sensibilità e attenzione alla difesa della nostra costa, e di questo ringrazio molto tutti gli intervenuti oggi. A causa dei cambiamenti climatici, eventi come questi si ripetono purtroppo molto spesso, per cui serve una continuità negli interventi", ha dichiarato il sindaco Montino.

"Noi interverremo nei prossimi mesi sia per la salvaguardia dei tratti di costa di Focene che di Fregene. A Fregene sud realizzeremo la soffolta con i contributi della Regione, così come il rinfoltimento delle scogliere a Focene. Ora Giunta regionale e Protezione civile valuteranno come reperire fondi per mettere in sicurezza gli ulteriori 800 metri di costa che vanno da Focene nord al pennello di Fregene sud, dove si trova la pompa di sollevamento di Acea che quando ci sono le mareggiate si blocca, mettendo a rischio la cittadinanza, allagando le strade e le case della zona di Mare Nostrum", ha proseguito il sindaco Montino.

Come si può vedere dalle fotografie scattate dalla reporter di Fanpage.it, Simona Berterame, la spiaggia di Fiumicino è ridotta a un cumulo di rifiuti e la situazione non è molto diversa a Ostia, dove il maltempo ha devastato le cabine degli stabilimenti e ha provocato numerosi danni in particolare agli stabilimenti balneari Nuova Pineta e Pinetina.