video suggerito
video suggerito

Zelensky a colloquio con Mattarella al Quirinale, il capo dello Stato: “Siamo al vostro fianco”

Il leader ucraino è arrivato al Quirinale per l’incontro con il presidente Mattarella: “Un onore averla a Roma – ha detto il capo dello Stato a Zelensky – Siamo pienamente al vostro fianco”.
A cura di Tommaso Coluzzi
155 CONDIVISIONI
Immagine

L'Italia è al fianco dell'Ucraina, senza se e senza ma. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è ripartito da questo concetto, molto semplice, durante il suo incontro con il leader ucraino Volodymyr Zelensky. La sua visita in Italia è cominciata proprio dal Quirinale, dove è arrivato in tarda mattinata per incontrare il capo dello Stato: "È un onore averla qui a Roma – ha detto il presidente della Repubblica nell'accoglierlo – Ho chiesto di incontrarla nuovamente dopo il nostro colloquio di anni addietro anche se in questa condizione diversa, noi siamo pienamente al vostro fianco. Benvenuto presidente".

Zelensky è arrivato al Quirinale in tarda mattinata, e ha trovato ad accoglierlo nel cortile del palazzo il picchetto d'onore. Il Presidente Mattarella gli ha stretto la mano, poi hanno assistito agli onori dei reparti e ai rispettivi inni nazionali. Per l'occasione è stata issata la bandiera ucraina sul torrino del Quirinale. Poi le delegazioni sono entrate per l'incontro, pubblicato parzialmente dal profilo Twitter della Presidenza della Repubblica.

Presenti all'incontro anche il vicepresidente del Consiglio e ministro degli Esteri Antonio Tajani, il segretario generale della presidenza Ugo Zampetti, il consigliere per gli affari diplomatici Fabio Cassese, il consigliere Francesco Saverio Garofani, il consigliere per la stampa e la comunicazione Giovanni Grasso, il consigliere per gli affari militari Giovanni Candotti, l'ambasciatore d'Italia a Kiev Francesco Zazo e il consigliere dell'ufficio affari diplomatici Alberto Comito.

"Riconfermo il pieno sostegno dell'Italia all'Ucraina sul piano degli aiuti militari, finanziari, umanitari e della ricostruzione, sul breve e lungo termine. Sono in gioco non solo l'indipendenza e l'integrità territoriale dell'Ucraina, ma anche la libertà dei popoli e l'ordine internazionale – ha detto, secondo quanto viene riferito, il capo dello Stato durante l'incontro – La pace, per la quale tutti lavoriamo, deve ripristinare la giustizia e il diritto internazionale. Deve essere una pace vera e non una resa".

"Sono qui per ringraziare l'Italia – ha risposto Zelensky – Vorrei abbracciare gli italiani uno a uno per il sostegno che ci è stato continuamente offerto a tutti i livelli e che non è mutato con i governi. Abbiamo con l'Italia valori comuni. Noi siamo per la pace, la nostra vittoria è la pace. Siamo aperti a tutti i contributi internazionali, ma la guerra la stiamo subendo sul nostro territorio e la pace deve prevedere la giustizia su tutto il nostro territorio".

Una volta terminato l'incontro – durato circa 25 minuti – Zelensky ha lasciato il Quirinale per dirigersi a Palazzo Chigi, dove incontrerà la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni. Dopo il colloquio tra i due è previsto un punto stampa.

155 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views