660 CONDIVISIONI
Covid 19
25 Giugno 2021
19:26

Via libera del Cts alla riapertura delle discoteche: servirà il green pass

Arriva l’ok del Comitato tecnico scientifico per la riapertura delle discoteche: si potrà partecipare alle serate solo con il green pass. Gli scienziati però non hanno indicato una data: spetterà ora al governo stabilire il giorno per la ripartenza del settore. Il sottosegretario Costa aveva anticipato che i locali sarebbero stati riaperti entro i primi 10 giorni di luglio.
A cura di Annalisa Cangemi
660 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Si torna a ballare. Arriva il via libera dal Cts sulla riapertura delle discoteche. La condizione richiesta è che tutti i frequentatori dei locali abbiano il green pass. E ovviamente potranno riaprire solo in zona bianca. Ma visto che da lunedì tutta Italia passerà in fascia bianca le discoteche potranno ripartire ovunque. Sarebbero queste, secondo quanto si apprende, le indicazioni degli scienziati del Cts, che nel parere che consegneranno al governo però non indicano una data precisa per la riapertura: dovrà essere l'esecutivo ad indicare il giorno per la ripartenza di questa attività. Le due più probabili sono il 3 o il 10 luglio.

Il Cts ha anche fissato alcuni paletti: si potrà partecipare alle serate in discoteca solo con il green pass, e cioè con un certificato di guarigione dal Covid, con un certificato vaccinale, o con un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti. Inoltre secondo gli esperti i locali dovranno mantenere i contatti dei clienti per 14 giorni, in modo da consentire il tracciamento, nel caso ci siano dei positivi, e gli ingressi saranno contingentati.

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha spiegato nel pomeriggio che il governo si atterrà alle indicazioni fornite dai tecnici: "Il Cts ha ricevuto una richiesta e la sta valutando. Noi ascolteremo le indicazioni del Cts". Il governo aveva manifestato comunque l'intenzione di far ripartire il settore già nella prima metà di luglio: "Ho appena avuto un colloquio su questo con il ministro Speranza. Questa settimana indicheremo una data in cui le discoteche potranno tornare a fare le loro attività, perché questo settore è ad oggi, rimasto l'unico senza avere una prospettiva e credo sia dovere della politica dare una risposta anche a questo settore. Entro i primi dieci giorni di luglio le discoteche potranno aprire e penso che il criterio del green pass possa esser applicato anche alle discoteche", aveva detto qualche giorno fa il sottosegretario alla Salute Costa, ospite del programma ‘Non Stop News' su Rtl 102.5,

Locatelli: "La data la indicherà il governo"

Il coordinatore del Cts, Franco Locatelli, intervenuto a SkyTg24, ha spiegato che "Stabilire una data per la riapertura delle discoteche spetta alla politica. Posso dire che uno dei criteri suggeriti è quello del ‘green certificate'". 

"La decisione – ha aggiunto – è stata improntata sia al contesto epidemiologico sia a quella che è l'attenzione e la gradualità di cui si è parlato. E quindi sono state identificate alcune raccomandazioni che un organo tecnico come il Cts fornisce al decisore politico".

Soddisfatto il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti: "Accolgo con soddisfazione l'indicazione del Cts per la riapertura delle doscoteche nelle zone bianche. Una decisione che il Mise, accogliendo le legittime aspettative degli operatori del settore, ha sollecitato e promosso anche con una lettera al Comitato. Lunedì chiederemo di fissare una data per le aperture".

660 CONDIVISIONI
27536 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni