"Tagliata la #tampontax. L'IVA su tamponi e assorbenti compostabili e biodegradabili passa dal 22 al 5%. Un primo segnale di attenzione per milioni di ragazze e donne nel decreto fiscale su cui abbiamo lavorato con le deputate di maggioranza di Intergruppodonne". Così su Twitter Roberto Gualtieri. Un annuncio molto atteso quello del ministro dell'Economia, che sul social network ha pubblicato una foto in cui siede al tavolo con varie deputate tra cui anche Laura Boldrini del Partito Democratico. La ex presidente della Camera è stata ricevuta da Gualtieri insieme ad alcune colleghe, Chiara Gribaudo, Enza Bruno Bossio e Marianna Madia, dal ministero dell’Economia proprio per un confronto sul tema. E sempre nella giornata odierna la Boldrini è stata protagonista insieme alle stesse colleghe di un video-appello, il cui obiettivo era proprio quello di arrivare a una drastica riduzione della tampon tax. “Il ciclo non è un lusso”, il messaggio del filmato, realizzato davanti alla panchina rossa installata a Montecitorio come simbolo della battaglia contro la violenza di genere.a

Assorbenti e tamponi, raggiunto l’accordo

L'accordo raggiunto oggi prevede dunque la riduzione dell’aliquota applicata sui prodotti sanitari e igienici femminili, dal 22 al 5%, solo sui prodotti etichettati come “bio”. Le modifiche del testo presentato il 12 novembre scorso alla Camera dalla Boldrini, sono state avanzate dalla parlamentare Vita Martinciglio del Movimento 5 Stelle. C'è da dire che il risultato va anche oltre le aspettative se si considera che solo due settimane fa, infatti, la commissione Finanze della Camera aveva riammesso un emendamento al dl Fisco che chiedeva di tagliare l'Iva sugli assorbenti dal 22 al 10%. La nuova mozione prevede inoltre la stessa tassazione al 5% per altri prodotti sanitari e igienici per bambini, anziani e disabili, che siano “compostabili”. Con ciò si intende che i prodotti in questione dovranno decomporsi in breve periodo, 6 mesi per i bio e 3 mesi per i compostabili, ed essere in tal modo più ecologici per l’ambiente rispetto ad altri articoli.