30 Dicembre 2021
10:08

Super Green Pass, le nuove regole dal 10 gennaio: cosa sarà vietato ai non vaccinati

Con il nuovo decreto il governo ha aggiornato le regole sul Super Green Pass, obbligatorio dal 10 gennaio 2022 anche per accedere ad alberghi, fiere, congressi, piscine, impianti sciistici e ristoranti all’aperto. Obbligatorio anche su tutti i mezzi di trasporto. Vediamo quindi che cosa non potrà più fare dal 10 gennaio chi non si è vaccinato.
A cura di Annalisa Girardi

Dal 10 gennaio entrano in vigore nuove regole per il Super Green Pass: l'obbligo di Green Pass rafforzato viene infatti esteso a ulteriori attività in seguito al decreto approvato dal Governo a dicembre. Ricordiamo che la certificazione "super" viene rilasciata solo dopo avvenuta vaccinazione – anche dopo la prima dose – o dopo la guarigione dal Covid, mentre non è possibile ottenerla attraverso il tampone. Il Super Green Pass e il Green Pass si ottengono in modi diversi ma si scaricano nello stesso modo. A una prima lista delle attività in cui era obbligatorio il Super Green Pass si sono aggiunti altri luoghi in cui è necessario esibire la certificazione verde. Dal 10 gennaio 2022, poi, le regole cambiano di nuovo, e si allunga la lista delle attività in cui è richiesta la certificazione rafforzata. Vediamo quindi come cambiano le regole dal prossimo 10 gennaio, dove servirà il Green Pass rafforzato e che cosa non potrà fare chi non si è vaccinato.

Dove è già obbligatorio il Super Green Pass

La prima introduzione del Super Green Pass da parte del governo è stata per i cinema, teatri e stadi, per i bar e ristoranti al chiuso (anche per la consumazione al banco) e per le feste e cerimonie pubbliche. Con il decreto di Natale questo elenco di attività e luoghi era stato poi aggiornato e si erano aggiunti i musei e le mostre, le piscine e le palestre (anche solo per gli spazi adibiti a spogliatoio), i centri termali e i parchi di divertimento, i centri culturali, sociali e ricreativi, le sale gioco e scommesse.

Le nuove regole per il Super Green Pass dal 10 gennaio 2022

L'ultimo provvedimento del governo, infine, ha stabilito che dal 10 gennaio la Certificazione rafforzata serva anche per accedere ad alberghi e strutture ricreative, le feste dopo le cerimonie civili e religiose, sagre e fiere, centri congressi, bar e ristoranti anche all'aperto, impianti sciistici, piscine e centri benessere anche all'aperto, attività dei centri sociali, culturali e ricreativi anche all'aperto. E infine, su tutti i mezzi di trasporto compreso quello pubblico locale.

Cosa non potrà fare chi non si vaccina

Tutte queste attività, quindi, saranno precluse a chi non si vaccina (chiaramente non per quanto riguarda i casi di esenzione certificati clinicamente che dispongono di apposito certificato). Di fatto il Green Pass base, quello che si poteva ottenere anche mediante tampone e che aveva una durata ridotta di 48 ore, resta valido solo per recarsi a lavoro. Una misura con cui il governo cerca di spingere ulteriormente la popolazione a vaccinarsi in questa fase complessa della pandemia, in cui l'impennata della variante Omicron non accenna ancora a placarsi.

Dal 1 giugno stop Green Pass e quarantena di 5 giorni per chi arriva in Italia: cosa cambia
Dal 1 giugno stop Green Pass e quarantena di 5 giorni per chi arriva in Italia: cosa cambia
Green pass, mascherine e obbligo vaccinale: il calendario della fine delle restrizioni Covid
Green pass, mascherine e obbligo vaccinale: il calendario della fine delle restrizioni Covid
Caos a scuola su obbligo vaccinale: insegnanti con 2 dosi e con Green Pass valido fuori dalle aule
Caos a scuola su obbligo vaccinale: insegnanti con 2 dosi e con Green Pass valido fuori dalle aule
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni