Dopo la lunga pausa estiva, tornano i sondaggi elettorali e i risultati sembrano premiare la linea politica della Lega e del suo leader Matteo Salvini. Il Carroccio, nelle prime rilevazioni di settembre, supera nettamente il 30% ed è ampiamente davanti a tutti gli altri partiti, a partire dal MoVimento 5 Stelle, suo alleato di governo e prima forza politica alle ultime elezioni dello scorso 4 marzo. In particolare, la Lega si attesta al 32,2%: rispetto a luglio, data dell’ultimo sondaggio prima della pausa estiva, parliamo di un avanzamento dell’1,9%. A rivelarlo è il sondaggio realizzato da Swg e trasmesso questa sera dal Tg La7.

Il primo dato è quindi il netto distacco tra la Lega e i Cinque Stelle, ora secondo partito ma fermi ben al di sotto del 30%: i pentastellati sono al 28,3%, staccati di quattro punti. Netto il calo rispetto a luglio, quando erano vicinissimi alla soglia del 30%, e ancora più evidente rispetto alle elezioni di marzo. Regge, invece, il Pd, ma con percentuali al di sotto di quelle degli ultimi anni, fatta eccezione proprio per le elezioni politiche. Ora i dem sono al 17,7%, secondo il sondaggio Swg. Lo 0,3% in più rispetto a luglio. Male, invece, le forze del centrodestra, con la Lega che fagocita i consensi: Forza Italia e Fratelli d’Italia insieme si fermano all’11%. Ma i tre alleati, insieme, navigano ampiamente sopra il 40%.

Forza Italia si attesta al 6,9%, perdendo 1,7 punti percentuali nell’ultimo mese. Migliora, invece, il dato del partito di Giorgia Meloni: FdI guadagna lo 0,4% e si ferma al 4,1%. A sinistra, invece, migliora nettamente +Europa: la lista voluta da Emma Bonino arriva al 2,6%, con mezzo punto percentuale in più rispetto a luglio. Stabile Liberi e Uguali al 2,4%, guadagna qualcosa invece Potere al Popolo, ora al 2,3%. Nessuno dei tre, comunque, raggiungerebbe l’attuale soglia di sbarramento fissata al 3%.