Il modo in cui le istituzioni stanno affrontando la pandemia di coronavirus in Italia continua a convincere l'elettorato: cresce la fiducia nel governo Conte, che dall'inizio dell'emergenza è salita di ben 15 punti. Significa che le misure prese dal governo sono state apprezzate e sono state ritenute idonee per rispondere alla crisi, economica e sanitaria che stiamo attraversando.

Secondo il sondaggio realizzato dall'Istituto Ixè per il programma Rai Cartabianca, condotto da Bianca Berlinguer, e relativo al periodo compreso tra il 24 e il 31 marzo, in termini di consenso elettorale nella compagine di governo sale il Movimento 5 Stelle, dopo che nei mesi scorsi aveva perso punti (15,6% dal 15,1); cresce anche la Sinistra (3,9% dal 3,5); mentre subisce un calo il Pd (22,6% dal 22,9) e prosegue anche il calo di Iv all'1,9 dal 2,2. La campagna portata avanti negli ultimi giorni dall'ex presidente del Consiglio Matteo Renzi non è ben vista dai cittadini: il fondatore di Italia viva sta sollecitando il governo per interrompere il blocco il prima possibile, riaprendo le fabbriche a ridosso di Pasqua e facendo ripartire le scuole a maggio.

Sul fronte dell'opposizione, prosegue l'erosione della Lega (26,2% dal 26,5): se si considera il 34,3% raggiunto alle elezioni europee del maggio 2019, il calo ha raggiunto l'8%; mentre salgono Forza Italia (7,4% dal 7) e Fratelli d'Italia (12,8% dal 12,7), lasciando il centrodestra sostanzialmente stabile al 46%.

Ixè ha analizzato anche il consenso che c'è attorno all'ex presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi, su un eventuale governo di unità nazionale da lui guidato. L'ipotesi, che continua a circolare in queste ore, incontra il gradimento del 46% degli intervistati, mentre i contrari sono il 29% (25% non rispondono).