L’ultimo sondaggio effettuato da Swg per La 7 non è altro che una conferma per la Lega. Il partito di Matteo Salvini infatti riesce a difendere il suo 32% di consensi. Persiste quindi oltre il 30 la percentuale degli italiani che se dovesse votare oggi per le elezioni della Camera dei Deputati, darebbe il suo voto alla Lega. Al secondo posto troviamo il Movimento 5 Stelle di Luigi di Maio, e questo conferma che la coalizione giallo-verde insieme supera il 60% dei consensi degli italiani. Il Movimento 5 Stelle nelle ultime settimane è riuscito a crescere superando le percentuali degli scorsi sondaggi: conquista qualche punto percentuale, precisamente l'1,2%, e questo gli permette di far passare il movimento pentastellato dal 28,2% precedente fino a sfiorare il 30%, attestandosi al 29,8%.

Si rileva invece un calo significativo del partito di Silvio Berlusconi, Forza Italia, che nelle ultime settimane era riuscito a superare il 10% dei consensi, per poi scendere all’8,3%: ora non raggiunge nemmeno l’8%, e si fermano alla soglia del 7,5% coloro che lo voterebbero se dovessero esserci oggi le elezioni. Un passo in avanti, in questi giorni, riesce a farlo invece Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, che approda al 4% con lo 0,3% in più rispetto ai giorni scorsi. Nel complesso, quindi, il centrodestra si mantiene forte con un totale pari al 43,5% dei consensi, anche se il riconoscimento principale di questo traguardo va alla Lega e a Matteo Salvini.

Continua inesorabile e senza freni, invece, il crollo del Partito Democratico, che perde ancora quasi 1 punto percentuale rispetto alle scorse settimane, passando dal 16,3%  al 15,7% dei consensi, il che significa circa il 3% in meno rispetto le elezioni del 4 marzo 2018, quando sfiorò il 19%. Si mantengono più o meno stabili gli altri partiti di centrosinistra, con +Europa di Emma Bonino che rimane intorno al 2,6% e Liberi e Uguali di Laura Boldrini e Pietro Grasso, esattamente come nelle ultime settimane, avrebbe il consenso del 2,4% dei votanti; scende leggermente dello 0,1% invece Potere al Popolo. In questo sondaggio però, ha deciso di non esprimere la propria opinione il 34,9% degli intervistati, una percentuale che continua ad alzarsi con il passare dei giorni e si allunga di 7,8 punti rispetto alle elezioni del 4 marzo, dove la quantità degli astenuti si era fermata al 27,1%.

Giudizio sulla manovra finanziaria del governo

Swg ha indagato su quale fosse l'opinione degli italiani sulla manovra finanziaria del Governo, domandando agli intervistati di esprimere se il giudizio fosse positivo, negativo oppure nessuno dei due. È risultato che il 35% degli intervistati ritiene positiva la manovra del Governo, mentre il 31% la considera negativa, mentre il 34% non è in grado di dare un giudizio sulla decisione presa nei giorni scorsi dal Governo Conte, e quindi non si sbilancia nel definirla né positiva, né negativa.