Sofia Amoddio, avvocato ed ex parlamentare del Partito Democratico ha denunciato un abuso da parte delle forze dell'ordine che si sarebbe verificato a Siracusa in occasione della visita del ministro degli Interni Matteo Salvini, impegnato nel suo tour in Sicilia: "La forze dell'ordine hanno trattenuto dieci ragazzi senza alcun motivo", ha detto l'ex parlamentare dem, intervenuta a largo XXV Luglio in difesa dei manifestanti. "Li hanno trattenuti senza alcun motivo – ha raccontato – non avevano spranghe o bastoni, avevano solo le magliette rosse come ce l'ho io. Mi hanno risposto che avevano ordini dall'alto. È inammissibile un fatto del genere".

Dopo le contestazioni subite dal vicepremier leghista a Catania, una folla protesta anche a Siracusa. La polizia ha allontanato di qualche metro dal palco alcuni manifestanti anti-Salvini – in gran parte giovanissimi -, indossando i caschi di protezione. La tensione è alta e i contestatori continuano a urlare slogan e insulti contro il ministro dell'Interno, esortato ad andare "fuori da Siracusa". Tra i cartelli svetta la scritta "Non in mio nome". I contestatori hanno poi cantato "Bella ciao" e hanno urlato "49".  "Andate via!", hanno gridato alcuni supporter del ministro.

Una situazione analoga si era registrata anche oggi pomeriggio, quando all'uscita dal municipio di Catania, qualche centinaio di manifestanti ha contestato Salvini gridando "buffone" e lanciando bottiglie di plastica vuote contro la sua auto.