1.044 CONDIVISIONI
backstair / Lobby Nera
2 Ottobre 2021
10:22

Rampelli (FdI) su inchiesta di Fanpage: “Polpette avvelenate, ingiusto tirarle fuori prima del voto”

“Noi non abbiamo mai avuto a che fare con nazisti e razzisti, li abbiamo sempre cacciati a pedate. Carlo Fidanza? Sono trasecolato. È un ragazzo che non ha mai avuto derive di questo tipo. Sono polpette avvelenate. Penso non sia giusto tirarle fuori così, a pochi giorni dal voto”: lo dice Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera ed esponente di Fratelli d’Italia, in un’intervista con Repubblica, commentando l’inchiesta di Fanpage.it, Lobby Nera.
A cura di Annalisa Girardi
1.044 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Lobby Nera: inchiesta sulla destra neofascista

"È chiaro che se dovesse esser confermato quel che abbiamo visto a ‘Piazzapulita' agiremo. Noi non abbiamo mai avuto a che fare con nazisti e razzisti, li abbiamo sempre cacciati a pedate. Carlo Fidanza? Sono trasecolato. È un ragazzo che non ha mai avuto derive di questo tipo". Sono le parole di Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera ed esponente di Fratelli d'Italia, che in un'intervista con Repubblica commenta quanto successo in seguito all'inchiesta di Fanpage.it Lobby Nera, tra l'autosospensione di Fidanza da capodelegazione al Parlamento Ue e i commenti della leader Giorgia Meloni che afferma come nel suo partito non ci sia spazio per neofascisti ed estremisti, ma chiede di vedere tutto il girato prima di fare alcuna valutazione. "Sono polpette avvelenate. Penso non sia giusto tirarle fuori così, a pochi giorni dal voto", aggiunge Rampelli. .

Sull'autosospensione di Fidanza prosegue: "È un atto dovuto che penso gli faccia onore. Avvieremo le procedure per valutare quello che accaduto. Giorgia Meloni ha chiesto di vedere tutto il filmato. Non sarebbe la prima volta che una serie di montaggi un po' tendenziosi deformano la realtà". Quindi torna a parlare di complotti, affermando che il sospetto sia legittimo: "Se quello che viene evocato dovesse essere confermato dalla visione delle cento ore di girato mi pare evidente ci sia incompatibilità. Ma a due giorni dal voto è difficile dimostrarlo. Credo ci sia un desiderio di fermare una crescita di Fdi scritta nelle stelle. C'è un desiderio di centrodestra e Meloni è ritenuta leader affidabile".

Rispetto alle frasi e ai gesti nostalgici del fascismo che si vedono nella nostra inchiesta, Rampelli afferma: "C'è un grande desiderio da parte nostra di scrollarci di dosso pagine sanguinose della prima e della seconda guerra mondiale. Vogliamo creare un perimetro dove gli italiani si possano riconoscere e invece pare che qui ci si voglia mettere sempre l'un contro l'altro armati. Accade solo da noi o in qualche Paese africano devastato da guerre tribali".

1.044 CONDIVISIONI
Invia la tua segnalazione
al team Backstair
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni