1.707 CONDIVISIONI
Elezione del Presidente della Repubblica 2022
26 Gennaio 2022
18:54

Quali sono le possibilità di Pier Ferdinando Casini di diventare presidente della Repubblica

Pier Ferdinando Casini oggi è stato votato 52 volte per il Quirinale. E proprio il senatore centrista, ex presidente della Camera, che può vantare la più lunga carriera in Parlamento della storia repubblicana italiana, potrebbe rappresentare la mediazione che gli schieramenti cercano ed essere eletto presidente della Repubblica.
A cura di Annalisa Girardi
1.707 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezione del Presidente della Repubblica 2022

Si iniziano a contare i numeri per il Quirinale. Dopo la valanga di schede bianche alle prime due votazioni, al terzo scrutinio i partiti cominciano a sondare il terrenoindicando chi dovrebbe essere il prossimo presidente della Repubblica: Sergio Mattarella ha ricevuto ben 125 preferenze, Guido Crosetto 114 (quasi il doppio dei Grandi elettori di Fratelli d'Italia, che avevano annunciato già dalla mattinata che lo avrebbero votato), Paolo Maddalena 61 e Pier Ferdinando Casini 52. Proprio su quest'ultimo si starebbe concretizzando un'operazione per testarne i numeri e capire la fattibilità della sua elezione al Colle. Si tratta di una figura che potrebbe mettere d'accordo un campo largo, dal centrosinistra al centrodestra, su cui al momento nessuno ha messo le mani avanti. Tutt'altro: da più parti è arrivato l'endorsement, ricordando la lunghissima carriera in Parlamento e la presidenza a Montecitorio.

Chi è Pier Ferdinando Casini: la lunga militanza politica

L'impegno in politica di Casini è iniziato con una lunga militanza nella Democrazia Cristiana. È poi rimasto ininterrottamente in Parlamento (prima da deputato e ora da senatore) dagli anni Ottanta, passando per la Prima, Seconda e Terza Repubblica. Ha sostenuto il governo di Silvio Berlusconi, ma dopo la rottura con il Cavaliere ha appoggiato anche gli esecutivi di Enrico Letta, Matteo Renzi e poi Paolo Gentiloni. Alle ultime politiche è stato eletto nelle liste del Pd. Insomma, prima o dopo ha trovato l'intesa con quasi l'intero arco parlamentare e proprio per questa ragione potrebbe mettere d'accordo un'ampia compagine e riuscire ad andare al Colle.

Perchè Casini potrebbe diventare Presidente della Repubblica

"Casini ha una visione unificante di profondo dialogo e di rispetto nei confronti di tutti e questa visione è l'unica che lo accompagnerebbe anche in questa interminabile e, a volte, scomposta situazione politica. Gli consiglierei di consentire il voto in Aula sulla sua persona, perché sono tantissimi in Parlamento ad avere stima e fiducia in lui e a ritenere che possa essere, in questo momento, un eccellente e unitario capo dello Stato", ha detto oggi Clemente Mastella (che nel '94 aveva partecipato all'accordo per portare il Centro cristiano democratica nell'area berlusconiana).

I numeri a favore di Casini

Insomma, mentre centrodestra e centrosinistra continuano a rimanere lontani nelle proposte per il Quirinale, la mediazione potrebbe alla fine arrivare su una figura centrista. Come appunto quella di Pier Ferdinando Casini. Di lui questa mattina ha parlato anche il numero due della Lega, Giancarlo Giorgetti. Che alla domanda se Casini potrebbe effettivamente avere i numeri per spuntarla al Colle ha risposto: "Eh Casini… Quando c'è casino…". Gli oltre 50 voti raccolti oggi sarebbero stati una prima prova sui numeri, da domani il quorum si abbasserà e non è ancora chiaro cosa potrebbe succedere. Nel frattempo proseguono le trattative dietro le quinte.

1.707 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni